Claudia Koll: «Così è cambiata la mia vita»

Lunedì 1 Febbraio 2016 di Valeria Arnaldi
Claudia Koll

ROMA - “Il mio cambiamento è iniziato nel 2000 con il passaggio attraverso la Porta Santa a San Pietro. Può accadere qualcosa di straordinario a chi passa per la Porta, certo non se lo fai scattandoti un selfie”.

Claudia Koll ha scelto gli studi di Domenica Live per raccontare il suo cambiamento di vita, iniziato proprio durante il precedente Giubileo. Un cambiamento che l’ha portata a riavvicinarsi alla fede cattolica e a impegnarsi nella scuola, dove insegna. Un percorso ben lontano da quello degli esordi con Tinto Brass.

“Sono andata con una mia coach americana, che voleva andare a San Pietro. Non ero una cristiana praticante, non ero pienamente consapevole di cosa volesse dire passare per la Porta Santa. Certo, vengo da una famiglia cristiana molto praticante. Non è stata un’illuminazione immediata ma qualcosa ho percepito”.

In quel periodo, l’attrice era sul set della miniserie “L'Impero”.

“Durante la lavorazione de L'Impero ho cominciato ad avere difficoltà nel quotidiano, che mi obbligavano a pensare. Sono stata costretta a ripensare alla mia vita, soprattutto nella gestione delle emozioni. Sentivo il mio cuore indurito. Il Signore ha iniziato a mostrarmi i miei limiti e questi limiti mi obbligavano a pensare. Non riuscivo a provare emozioni autentiche e la mia coach mi ha detto: se non c’è autenticità nella tua vita, come può esserci in scena?”.

A testimoniare la sua nuova vita, Claudia Koll ha appena realizzato un cd di canti e meditazioni e un libro su suor Faustina Kowalska, mistica polacca, vissuta tra 1905 e 1938.

 

 

#ClaudiaKoll e la Porta Santa, ecco cosa le è successo#DomenicaLive

Pubblicato da Leggo - Il sito ufficiale su Domenica 31 gennaio 2016

Ultimo aggiornamento: 08:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

«Mi metti il codice?». Quel sottile piacere di bloccare tutte le app

di Raffaella Troili