Da bimbe malate di cancro a giovani modelle, dodici storie di guarigione

Venerdì 30 Ottobre 2015 di Federica Cappellato

PADOVA - «Durante il primo colloquio un genitore, ma più spesso una madre mi chiede: si può guarire da questa malattia? Ci sono bambini, ragazzi guariti proprio da questa malattia? Molto spesso qualche ragazzo o ragazza mi chiede: ho il cancro? Guarirò? Morirò? Sentendo da un mio amico la storia di una sua cugina, che avevamo curato molti anni fa, e che ora ha una vita non solo normale, ma una vita che comunemente definiremmo una vita di successo, ho pensato a questo calendario». L'obiettivo, per stessa ammissione del professor Giuseppe Basso, direttore dell'Oncoematologia pediatrica dell'Azienda ospedaliera universitaria, è «andare oltre alle risposte che potrei dare, e che dimostra che non solo si può guarire, ma anche come si può guarire. La guarigione oggi è una realtà più presente di ieri, e il tunnel della malattia e della terapia può essere attraversato con tanta fatica ma con successo».

Ecco dunque dodici mesi per celebrare la vita. Dodici bambine che oggi sono diventate donne. Dodici storie di guarigione. Dodici storie di vincita sul più temibile dei mali: il tumore infantile. Coraggio, la strada è impegnativa, ma la vita vi aspetta e sarà una vita normale e bellissima: questo il messaggio impresso a fuoco nelle intenzioni di Basso. Le foto sono pescate da album privati, frammenti di una vita piena, come può essere quella di ogni donna: il matrimonio, la laurea, lo sport, gli amici...

Ultimo aggiornamento: 12:58

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma