Ambra, dedica d'amore ad Allegri: «Max unico uomo che mi abbraccia senza stringermi»

Lunedì 13 Agosto 2018
Ambra Angiolini (Instagram)

Dopo un lungo silenzio Ambra Angiolini torna a parlare dalle sua sofferta separazione da Francesco Renga e del nuovo amore, l’allenatore della Juventus Massimiliano Allegri. «Quando finisce una storia hai sempre due possibilità: continuare a bombardare oppure dire “no, non è questo che ci meritiamo”. Due anni fa il cuore ha smesso di battere per una persona gigantesca e poi è stato rianimato da un altro uomo che lo ha fatto con una dolcezza che non si può raccontare». 
 

 

Dopo l'addio all'ex, come ha raccontato in un'intervista a "Vanity Fair",  aveva bisogno di pensare un pò a sé («Quando è tramontata la storia precedente avevo bisogno di fare qualcosa per me. Ho strappato un velo e non l’ho fatto né per altruismo, né per bontà, né tantomeno, come dicono in tanti facendomi inc….re, per i figli. Avevo bisogno di brillare perché se non brillo io e non sono felice non possono esserlo neanche le persone alle quali voglio bene») e poi c'è stato l’incontro con Allegri, con cui si erano prima scritti: «E poi ci siamo incontrati», dice Ambra che poi aggiunge: 
 
 

#Repost @vanityfairitalia with @get_repost ・・・ @ambraofficial vive un momento felice: «Sono diventata più umile», dice. E in questa intervista a cuore aperto rivendica la propria libertà, spiega l’importanza di essersi ferita, e racconta la «bellissima» storia d’amore. A lei è dedicata la cover che troverete a Ferragosto in edicola! #meandmyvanity Direttore @danielahamaui; Intervista @malcompagani; servizio @crilucchini; ©️ @yutsai88 @andreasmercante @deborahsasso @t.w.a.agency @ninni_official @turchesia @ludn2014 @cdastudiodinardo @lunavincentiofficial  BUON VIAGGIO 🌈 a voi che scalerete con noi la montagna

Un post condiviso da Ambra Angiolini (@ambraofficial) in data:


«È arrivato l’unico uomo nella vita che sia stato capace di abbracciarmi senza stringermi. È arrivato quello che non stavo cercando ma che era necessario trovassi. Ed è talmente bello che non mi interessa che qualcuno capisca né che la cosa piaccia o dispiaccia. Per la prima volta mi interessa soltanto una cosa: saper che tornerà da me. Sempre»
 



 

Ultimo aggiornamento: 21:25 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Lo squillo di Vasco

di Marco Molendini