Tattoo mania: i migliori tatuatori del mondo pronti ad invadere Milano

19esima edizione della Milano Tattoo Convention
di Sabrina Quartieri
4 Minuti di Lettura
Lunedì 1 Febbraio 2016, 12:59 - Ultimo aggiornamento: 13:00

Sono pronti a sfidare il freddo e a scaldare gli animi dei tantissimi appassionati dei tatuaggi, in fibrillazione per il grande evento del prossimo weekend: la 21esima edizione della “Milano Tattoo Convention”, che dal 5 al 7 febbraio prossimi riunirà nel capoluogo lombardo i migliori tatuatori al mondo. Dalla Russia, agli Stati Uniti e fino al Giappone, i 300 nomi degli ospiti attesi all’Ata Hotel Quark di via Lampedusa sono una garanzia: tra i più noti, Teresa Sharpe (USA, Virginia), Sasha Tattooing (Russia), Sasha Unisex (Russia), Myke Chambers (USA, Philadelphia), Robert Hernandez (Spagna), Jose Lopez (USA, California), Horitoshi First (Giappone), Benkamin Laukis (Australia), Moni Marino (Germania), Randy Engelhard (Germania) e Neon Judas (Germania). 

Ancora, non mancheranno Dillon Forte (USA, San Francisco), Ad Pancho (Moldova), Denis Sivak (Ucraina), Kirk Nilsen (USA, New Jersey), David Cotè (Canada), Maks Yalovik (Polonia), Antonina Troshina (Russia), Leon Lame (Singapore), Belly Button (Francia), Fru Duva (Svezia), Chris Jones (Regno Unito), Mike Woods (USA, Texas), Sarah Miller (USA, vincitrice di Ink master), Dannii G (USA), Orge (Grecia), Vero Imbo (Canada), Akilla Horiamato (Giappone), Dave Paulo (Portogallo), Jake Ross (Regno Unito), Valentina Ryabova (Russa), Anrijs Straume (Regno Unito), Ellen Westhol (Svezia) e Chirs Crooks (Irlanda del Nord). Tanti artisti che sarà possibile incontrare tutti insieme e in una sola volta, vedendoli alle prese con colori e macchinette durante la kermesse internazionale.



Tatuatori che torneranno a sfidarsi in diversi contest durante la tre giorni che conferma come il mondo del tatuaggio non sia più un tabù. Perché il disegno su pelle è sempre più un fenomeno trasversale, grazie anche all’evoluzione delle tecniche, degli stili e degli stessi strumenti, che hanno trasformato gli artisti in tatuatori e i tatuatori in artisti. All'evento milanese non mancheranno celebrità neppure tra le guest star: regine e re di questa 21esima edizione saranno infatti la famosissima Tattoo Model Monami Frost, i rapper Emis Killa e Gue Pequeno, e lo chef Alessandro Borghese. La manifestazione darà spazio anche al “Mister Tattoo Milano”, il primo concorso per ragazzi tatuati, presentato in esclusiva dalle Suicide Girls italiane Riae, Eden Von Hell e Ultima Suicide. I vincitori saranno premiati con un articolo pubblicato su “Inked magazine”, una delle riviste di tatuaggi più importanti al mondo.

Presente al grande appuntamento milanese anche una collettiva della factory Killer Kiccen Production, con la direzione artistica di Beppe Treccia Iavicoli, che porterà in mostra le opere di otto artisti di fama internazionale, da Mr.Wany a Mario Leuci, da Max Petrone a Angelo Barile, da Giuseppe Gep Caserta a Korvo, e fino ad Eva Di Martino. Da non perdere le creazioni di NoCurve, riconoscibili dall’uso del nastro adesivo, e ispirate alle grafiche futuriste e al mondo digitale. Opere che hanno convinto la rock band degli Skunk Anansie ad affidare all'artista la realizzazione della copertina del nuovo album “Anarchytecture”. Con Vans, la convention porta invece in mostra VANS INK ART, e le rinomate Slip-On tatuate da 10 artisti di fama internazionale, come Roman Abrego, Andres Acosta, Michele Agostini, Joe Capobianco, Myke Chambers, Victor Chil, Yomico Moreno, Fabio Onorini, Sasha Unisex e Norm Will Rise. Celebrità capaci di lanciare le nuove tendenze nella moda, e di rendere anche le sneakers delle opere d’arte uniche e irripetibili, proprio come un vero tatuaggio sulla pelle. Per informazioni: www.milanotattooconvention.it; pagina Facebook: https://www.facebook.com/milanotattooconvention/.

© RIPRODUZIONE RISERVATA