Australia, le accreditano per sbaglio 24,5 milioni: non spende un cent e denuncia l'errore

L'avvocato ha raccontato l'accaduto con un post su Facebook
di Rachele Grandinetti
1 Minuto di Lettura
Martedì 31 Ottobre 2017, 13:52

Clare Wainwright, avvocato australiano, una mattina come tante ha fatto l’accesso al suo conto bancario per controllare il saldo ma i numeri saltati fuori sul display l’hanno lasciata letteralmente a bocca aperta. Risparmi a sei zeri, in banca, non li aveva mai avuti: il suo istituto di credito, infatti, le aveva accreditato per errore 24,5 milioni di dollari locali (circa 16 milioni di euro). Dopo la sorpresa, però, non ha preso al volo l’occasione e la carta di credito per strisciare ma ha provato a restare con i piedi per terra denunciando l’equivoco in filiale.

In realtà, il regalo che le era stato versato per sbaglio arrivava dopo una serie di comunicazioni che la banca, sin da settembre, le aveva trasmesso per posta informandola che le sarebbe stata scalata una rata del mutuo pari a 28,485 milioni di euro. La Wainwright, in effetti, ha davvero un mutuo a suo carico ma la rata ammonta "solo" a 2.800 euro. Quando Clare ha contattato la filiale, ha raccontato poi con un post su Facebook, pare che l’uomo non si sia scomposto più di tanto rassicurandola che, in breve tempo, avrebbero risolto il problema. «Sono un avvocato - ha dichiarato lei alla stampa locale - è per questo che non ho speso il denaro. Insegno alla gente che deve rispettare la legge, io per prima devo seguire questo principio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA