Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Charles Eugster, a 95 anni batte il record dei 200 metri: «Essere anziano è stupendo»

Charles Eugster
di Alessandro Di Liegro
2 Minuti di Lettura
Lunedì 16 Marzo 2015, 16:49 - Ultimo aggiornamento: 16:54

Novantacinque anni e non sentirli: Charles Eugster è un dentista in pensione con la passione per l'atletica leggera. E, inoltre, è il nuovo recordman dei 200 metri in pista corta dopo aver battuto il record precedente, per la sua categoria, di circa 2.4 secondi.

Il tempo da primato è stato ottenuto al British Master Athletics, dove ha corso i 200 metri in 55.48 secondi. Il quasi centenario collega di Usain Bolt ha scoperto la corsa da pochi anni, avendo incominciato a praticare bodybuilding dall'età di 87 anni dopo che, guardandosi allo specchio, era rimasto deluso da quello che vedeva riflesso: «Non cerco l'eterna giovinezza. Sto cercando l'eterno benessere» ha dichiarato alla stampa poco dopo il raggiungimento del primato mondiale over 95. «Chi pensa che dopo i 65 anni sei finito, ha subito un lavaggio del cervello.

Ci è stato detto che l'età anziana è un continuo declino e che bisogna smettere di lavorare e prepararsi a morire. Io non sono d'accordo» ha scritto Eugene sulla sua pagina facebook. Il cittadino svizzero, che mantiene giovane anche il cervello parlando correntemente ben tre lingue, pensa che l'età della pensione sia: «Una catastrofe per la salute. Il lavoro è la cosa più importante per un anziano in salute. Poi c'è l'alimentazione e al terzo poso l'esercizio. In quest'ordine».

Ha iniziato a correre poco dopo compiuti i 90 anni e ha continuato sentendosi affascinato da una pratica nuova e diversa: «Voglio cambiare il Mondo – ha detto all'emittente Sportvibe.tv – voglio rendere la terza età meravigliosa, stupenda, gloriosa, eccitante, la migliore parte della vita di ognuno».