Malato di alzheimer si perde nei boschi, salvato da un cane randagio: sarà adottato

Anziano malato di alzheimer si perde nei boschi, salvato da un cane randagio: sarà adottato
Una storia bellissima e a lieto fine, che conferma ancora una volta come il cane sia il miglior amico dell'uomo. Un uomo di 75 anni, malato di alzheimer, è stato rintracciato diverse ore dopo essere scomparso in un bosco, dove si trovava in compagnia di un cane randagio che aveva deciso di tenergli compagnia e di badare a lui per tutta la notte.

LEGGI ANCHE Cucciolo abbandonato tra i rifiuti, salvato dai netturbini: l'avevano chiuso in un sacco



È accaduto, come riporta 20minutos.es, nei pressi di Burriana (Castellón), nella comunità autonoma valenciana, in Spagna. L'anziano era scomparso nel nulla nel tardo pomeriggio di giovedì scorso e i suoi familiari, allarmati nel non vederlo rincasare, avevano subito denunciato la scomparsa alla polizia. Le ricerche, rese ancora più difficili dal calare del buio, si sono concluse con successo all'alba, quando l'uomo è stato ritrovato in un bosco, a terra e abbracciato al cane randagio. Dopo aver ricevuto le prime cure sul posto, l'anziano, in stato confusionale e con un principio di ipotermia, era stato fatto salire su un'ambulanza, ma il suo nuovo amico a quattro zampe, non volendo sapere di abbandonarlo, era saltato subito all'interno del mezzo di soccorso.

La polizia, a questo punto, si era accertata del fatto che il cane non avesse un padrone e aveva avviato le procedure per l'adozione tramite un'associazione animalista, ma non ce n'era alcun bisogno: la famiglia dell'anziano salvato, dopo aver saputo del gesto eroico del cane randagio, aveva immediatamente deciso e chiesto di adottarlo.
Domenica 2 Settembre 2018 - Ultimo aggiornamento: 03-09-2018 13:59

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
  • 2,1 mila
QUICKMAP