Il cucciolo sta meglio: è il primo lupo "domestico" in Puglia

di Nazareno Dinoi
Mostra segni di ripresa ma è ancora riservata la prognosi del cucciolo di lupo recuperato in fin di vita nelle campagne di Avetrana. L’animale, dopo la prima accoglienza di cui si è occupato il veterinario manduriano Patrizio Fontana, si trova nel centro di recupero dell’Osservatorio faunistico regionale che ha sede a Bitetto, provincia di Bari. Si occupa di lui lo staff del Dipartimento di medicina veterinaria dell’Università di Bar. Secondo gli esperti il lupacchiotto non ha più di cinque mesi, è affetto da una grave rogna ed è stato sicuramente investito da qualche autovettura che gli ha fratturato il bacino, alcune costole e una lussazione di un'anca. «Ha iniziato a mangiare, la sua bellezza conquista e faremo tutti il tifo per lui», si legge sulla pagina Facebook dell’Osservatorio faunistico di Bitetto a commento della foto del lupo.

Il giovane esemplare, salvato da morte certa dopo essere stato abbandonato dal branco, è il primo lupo visto da vicino dall'uomo in Puglia dove il ritorno dei branchi dopo un secolo di assenza è stato documentato solo da un paio di anni grazie a foto trappole e indagini sulle razzie nelle fattorie. La sua presenza "domestica" è dunque una novità che ne ha già fatto una piccola mascotte.
Sabato 15 Settembre 2018 - Ultimo aggiornamento: 16-09-2018 19:01

© RIPRODUZIONE RISERVATA

  • 124
QUICKMAP