Romeo er mejo gatto de... Santa Severa: al Castello la festa degli Aristogatti

Una festa notturna al Castello di Santa Severa: domani protagonisti saranno gli Aristogatti del maniero
di Andrea Benedetti Michelangeli
Se Romeo era "er mejo gatto der Colosseo", Otello lo sarà sicuramente del Castello... di Santa Severa. Ma se quelli del grande schermo - Romeo, Duchessa, Minou, Bizet e Matisse - erano Aristogatti di fantasia, i protagonisti della festa di domani nell'antico, splendido maniero a 50 chilometri da Roma sono Aristogatti veri. Già, perché nel monumento soggiorna da tempo e, inutile dirlo, regalmente, una folta colonia felina molto curata dai volontari dell'Enpa (Ente nazionale protezione animali) di Santa Marinella. Tanto che per domani sera, come ogni anno, è stata organizzata una festa.

L'obiettivo primario, è quello di raccogliere fondi e allo scopo è stato organizzato, dalle 19 alle 21, un aperitivo solidale al costo di 7 euro presso il chiosco del Castello. Ma il motivo dell'evento è anche, se non soprattutto, un altro: verrà infatti presentato il borgo degli Aristogatti, dove troveranno posto le nuove cucce stile vintage in legno realizzate dagli artigiani del maniero con materiali forniti a spese dei volontari, naturalemente orgogliosissimi dell'impresa. Il vintage, peraltro, non è una scelta a caso: ora che il castello è stato restaurato, riaperto e valorizzato dalla Regione e che da qualche mese è dotato anche di una suggestiva illuminazione notturna realizzata da Acea, anche per i gatti andava studiata una sistemazione "nobile". E così è stato. Quindi, per gli amanti dei felini, l'appuntamento è alle 17 al maniero, dove aprirà il mercatino dell'Enpa. A seguire l'aristo-apertivo con tanto di brindisi agli Aristogatti. 
Giovedì 12 Luglio 2018 - Ultimo aggiornamento: 12:23

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-07-12 15:48:32
Bravi, una bella iniziativa
QUICKMAP