Roma, le anatre adottate dal marchese nel palazzo nobiliare di via di Ripetta

Ad agosto in città possono capitare incontri insoliti come vedere tre anatre pascolare tranquille nell'androne di un palazzo nobile del centro di Roma. Sull'acciottolato dell'ingresso di palazzo Cherubini, al 22 di via Ripetta, i pennuti zampettano avanti e indietro seguendo come ombre il custode dello stabile, rimasto a guardia della dimora patrizia. È lui ad accudirle, ora che il Marchese che le ha viste nascere e le ospita nel cortile del suo palazzo, è in vacanza. Il portiere, romano verace, intento all'ora di pranzo a spezzettare l'insalata per il pasto delle piccole anatre, non sembra troppo felice della loro presenza.
 
 


«Sporcano - dice - e a me tocca pulire l'ingresso e le scale, più volte al giorno. Ora poi che sono tutti in vacanza ho il compito di nutrirle, peccato che appena hanno mangiato risporcano e io devo ripulire». Poi, mentre si allontana verso il cortile, seguito dalle tre anatrine dal piumaggio verde cangiante si intenerisce e aggiunge: «però sono carucce e non si allontanano mai, al massimo si avvicinano al portone e fanno capolino sulla strada ma senza uscire». Poi gli squilla il cellulare: «è il Marchese - dice - che dal mare mi chiede notizie delle bestiole!». 
Giovedì 9 Agosto 2018 - Ultimo aggiornamento: 22:52

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2018-08-10 11:50:30
Lamentarsi sempre, vero?
2018-08-09 22:13:02
Bravo marchese...
2018-08-09 17:18:01
Bello avere animali a cui bada qualcun altro...
2018-08-09 17:04:41
Se sono quelle ritratte della foto si tratta di oche selvatiche non di anatre (notare la òunghezza del collo)...
4
  • 51
QUICKMAP