Logistica, distribuzione e pricing intelligenti: arrivano gli specialisti dell’e-commerce

Domenica 9 Giugno 2019
Logistica, distribuzione e pricing intelligenti: arrivano gli specialisti dell’e-commerce
Yocabè è la startup che aiuta i brand di moda a vendere di più - e meglio - sui principali marketplace online. L’intuizione è di Vito Perrone eLorenzo Ciglioni, oggi rispettivamente Ceo e Cpo dell’azienda, che decidono di mettere a servizio del fashion l’expertise maturata a Expedia. Yocabè, infatti, nasce con l’obiettivo di diventare per la moda quello che Venere.com è stato per il turismo. Al nucleo iniziale si unisce dopo poco Andrea Mariotti che assume il ruolo di Responsabile delle Brand Partnership. Sarà poi l’ingresso in Pi Campus, la mini Silicon Valley romana, ad aiutare i tre  a definire meglio il loro business. Oggi Yocabè sta rivoluzionando il mondo della distribuzione del fashion online e ha appena chiuso un round di finanziamento da 600.000 euro.

L’ingresso di capitale ha coinciso anche con l’ingresso di nuovi investitori di alto livello che stanno dando nuovo impulso alla startup. Tra questi, Donatella Paschina, ex C-level di Zegna per 10 anni, dove ha ideato e portato a realizzazione il progetto di multi-canalità e integrazione dei canali online e offline a livello globale; Marco Ariello, ex presidente e Chairman di Moleskine, azienda per la quale ha curato il rilancio del business fino alla quotazione in borsa; David Roche, ex presidente di Hotels.com e Venere.com e dell’area Lodging di Expedia Global. Questi nuovi investitori si uniscono a quelli, già di altissimo calibro, che avevano investito nel 2017 nel progetto Yocabè.

Mai come oggi vendere online rappresenta per i brand un fondamentale fattore di sviluppo che traina la crescita del retail. Nel settore del fashion igrandi marketplace come Amazon, Zalando, Privalia, La Redoute, Otto, eBay producono tra il 50% e il 70% del totale delle vendite e i loro clienti sono sempre più fedeli, portando ad una continua erosione di share dai retailer tradizionali offline. Insomma, per i marchi del fashion non è più un’opzione vendere online, è una necessità. E possono farlo perseguendo due strade: vendere al retailer online, oppure vendere ai clienti dei retailer online. La prima opzione è molto più simile come modello alla tradizionale vendita all’ingrosso e sta diventando sempre più costosa per i brand a causa di margini sempre meno vantaggiosi e policy di prezzo che rischiano di generare attrito con la vendita tradizionale. La seconda opzione se da un lato è più efficiente, dall’altro richiede investimenti iniziali e know how tali da rappresentare un deterrente per brand di piccole o medie dimensioni. Yocabè è il primo player italiano specializzato nell’aiutare i brand del fashion a vendere ai clienti dei più importanti marketplace del mondo. La startup, infatti, ha creato la piattaforma tecnologica e l'infrastruttura necessarie a valorizzare l’immagine del brand e dei suoi prodotti sui retailer online, per gestire l’allocazione dell’inventario e la distribuzione globale e per definire i margini e i volumi di vendita nel rispetto delle policy dei brand.
  Ultimo aggiornamento: 16:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Noi, viaggiatori compulsivi con destinazione “ovunque

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma