Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Sepolti, mano nella mano, con tamburo, bacchetta e palla: scoperta tomba di bambini di 5000 anni fa

foto crediti del BRITISH MUSEUM
di Laura Larcan
3 Minuti di Lettura
Sabato 12 Febbraio 2022, 12:41 - Ultimo aggiornamento: 15 Febbraio, 06:48

Gli archeologi del British Museum li considerano oramai come gli “amabili resti” di tre bambini della preistoria. Probabilmente tre fratellini, deposti con la cura e l’amore di una mamma, tutti insieme, mano nella mano, oltre 5000 anni fa, in una tomba a Burton Agnes, villaggio dello Yorkshire, in Inghilterra. Pochi anni d’età, consumati dalla vita, per loro l’ultimo gesto materno di accompagnarli nella morte con i loro giochi che rendono speciale il corredo composto da un tamburo scolpito in un blocco di pietra calcarea, da una pallina realizzata con lo stesso materiale e da una bacchetta in osso per suonarlo, o forse, secondo altre interpretazioni, uno spillone. Oggetti che avrebbero potuto prolungare la linea della vita quotidiana nel regno della morte.

Rappresentano il "tesoro" preistorico di una straordinaria scoperta avvenuta nel 2015, durante uno scavo in una tenuta di campagna vicino al villaggio di Burton Agnes nell’East Yorkshire, a circa 320 chilometri da Londra, rimasta top secret per studiarne i dettagli, e rivelata ora dal British Museum che la consacrerà con una mostra dal 17 febbraio, dal titolo “The World of Stonehenge”. Ad emozionare, quasi commuovere, gli archeologi è stata la scena. Quando hanno apertro la tomba lo spettacolo è stato incredibile: il tamburo era stato deposto in un punto accanto alla testa di uno tre bambini, il più grande, che proteggeva gli altri due più piccoli che si davano la mano. Accanto al tamburo e sotto la testa di uno dei bambini più piccoli sono stati trovati anche la palla di gesso e la bacchetta.

La notizia diffusa dai media locali, è rimbalzata sulle testate scientifiche internazionali. StileArte e ScienzeNotizie riportano che le analisi al radiocarbonio dei resti infantili datano le sepolture tra il 3005 a.C. e il 2890 a.C. Siamo ai tempi dei primi interventi del tempio megalitico di Stonehenge, sito che dista 384 chilometri dal luogo in cui è stata trovata la tomba. Secondo il British Museum si tratta della scoperta «più importante avvenuta nel Regno Unito, nell’ultimo secolo, per quanto riguarda la preistoria». I reperti echeggiano lo stile, la mentalità artistica e la cultura dell’oltretomba simile ai culti di Stonehenge. Una sfera e aghi-bastoncini in osso simili erano riaffiorati anche nei pressi del complesso monumentale di Stonehenge.

Ma l’istituzione museale di Londra vanta anche altri tre tamburi simili, scoperti nel 1889, sempre dalla sepoltura di un bambino, in una località a 24 chilometri da Burton Agnes. Sono ormai noti come Folkton Drums, «gli oggetti antichi più famosi ed enigmatici mai trovati negli scavi in Gran Bretagna». Come riporta ArtNet, il curatore della mostra Neil Wilkin ha dichiarato: «I tamburi di Folkton sono rimasti a lungo un mistero per gli esperti per oltre un secolo, ma questo nuovo esempio inizia finalmente a darci delle risposte. Questa è una scoperta davvero notevole ed è il pezzo d’arte preistorica più importante che sia stato trovato in Gran Bretagna negli ultimi 100 anni».

© RIPRODUZIONE RISERVATA