Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Michelle Hunziker e la setta che la plagiò: «Ero pronta a morire per liberarmi»

Michelle Hunziker e la setta che la plagiò: «Ero pronta a morire per liberarmi»
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 2 Ottobre 2019, 14:47 - Ultimo aggiornamento: 17:10

Michelle Hunziker sarebbe stata «pronta a morire» per quella setta che, dal 2001 al 2006, la plagiò e tenne sotto scacco. È quanto emerge dall'intervista della showgirl svizzera al magazine Freeda. La Hunziker ha così ripercorso quei momenti: «Mi ricordo ogni frazione di secondo di quel momento, che è durato cinque anni, e non sono pochi, soprattutto perché erano gli anni più belli da vivere».

LEGGI ANCHE Michelle Hunziker, nuovo look dopo 25 anni: «Maria De Filippi mi ha affidato la sua creatura»


Un ricatto costante quello della setta nei confronti di Michelle, che arrivò addirittura a convincersi di dover morire: «Era tutto un percorso di purificazione di ogni tipo. Sai come sono le sette. Loro mi avevano convinta che sarei morta, mi avevano ricattato a morte, però talmente volevo liberarmi da lì che ero pronta a morire». Poi, grazie anche alla presenza della figlia Aurora, la reazione: «Mi è sceso proprio un sasso dal cuore quel giorno dopo aver messo giù il telefono e avendogli detto ‘Non vi voglio mai più vedere’. Da lì sono rinata molto più forte… Adesso è difficile che mi freghino».

© RIPRODUZIONE RISERVATA