Trasporti, nasce master Lumsa-Assosharing per mobility manager

Trasporti, nasce master Lumsa-Assosharing per mobility manager
3 Minuti di Lettura
Giovedì 23 Settembre 2021, 17:30

La figura del mobility manager rappresenta la sfida chiave del presente e del futuro per le pubbliche amministrazioni e per le aziende private. Oggi in Italia i mobility manager sono meno di mille, ma si tratta di un numero destinato obbligatoriamente a crescere. In quest’ottica nasce il primo ’Executive Master in Mobilità sostenibile e sharing’, promosso da LUMSA Master School in sinergia con Assosharing, l’associazione di categoria che riunisce le società del comparto della sharing mobility con oltre 5 milioni di utenti iscritti. Il Master vuole contribuire al raggiungimento di quanto stabilito dal Decreto Rilancio 2020, che obbliga pubbliche amministrazioni e aziende con più di 100 addetti, che hanno sedi in comuni con più di 50mila abitanti, a introdurre la figura del mobility manager.

Il Master nasce con lo scopo di formare manager aziendali specializzati in policy, marketing e comunicazione legati alla mobilità sostenibile e lo sharing tra cui anche la nuova figura del Mobility Manager, per rispondere al contempo alle esigenze di mobilità dei dipendenti pubblici e privati, alla viabilità del traffico locale e alla tutela ambientale.

Davanti ad un mercato del lavoro in rapida e profonda evoluzione, è sempre più forte l’esigenza di formare nuove figure professionali, caratterizzate da competenze trasversali, per contribuire ad entrare più velocemente nel mondo del lavoro.

L’iniziativa si rivolge al personale d’azienda e ai professionisti che, comprendendo il contesto di cambiamento verso lo sviluppo sostenibile, si candidano a guidare la transizione a vantaggio della propria azienda o organizzazione nonché del proprio ulteriore sviluppo professionale.

Il master, della durata annuale, sarà diretto da Giovanni Ferri, Professore Ordinario presso il corso di laurea in Economia e Gestione Aziendale presso l’Università LUMSA, e da Matteo Tanzilli presidente di Assosharing. Il programma consentirà di acquisire strumenti e competenze dinamici e pienamente in linea con le priorità delle istituzioni internazionali: Agenda Onu 2030; Eu Green Deal; il contesto della sharing mobility in Italia; smart cities, data sharing e nuove tecnologie. Previsti anche laboratori ed esercitazioni online sull’applicazione alla gestione della mobilità con la presenza delle più importanti aziende del settore.

Sono previsti anche laboratori ed esercitazioni online sull’applicazione alla gestione della mobilità con la presenza delle più importanti aziende del settore, come Bird, Dott, Helbiz, Lime, Link e SHARE NOW.

© RIPRODUZIONE RISERVATA