LADY DIANA

Lady Diana, Carlo sotto shock commentò così la sua morte. «Mi daranno la colpa, vero?»

Venerdì 6 Dicembre 2019

Lady D si spense il 31 agosto 1997. La sua morte segnò inevitabilmente il decennio e gli anni successivi e le persone non hanno ancora dimenticato il suo sorriso tenendo metaforicamente accesa la “candle in the wind” di cui cantava Elton John. Nei giorni successivi alle notizie della morte di Lady D., la reazione della Royal Family - e in particolare dell’ex marito Carlo, della Regina Elisabetta e di Filippo -  fu compatta, ma freddina e distaccata. Rispunta -  proprio ora che Carlo e Camilla sarebbero ai ferri corti - una biografia del 2005 di Penny Junor, dal titolo “The Firm”, che riporta le presunte parole di Carlo in quella tragica occasione. «Mi daranno la colpa, non è vero? Il mondo sta diventando completamente matto». Frasi cariche di sgomento e di preoccupazione, soprattutto per le conseguenze della monarchia rispetto ai figli. 

Leggi anche: >> COSA FURONO COSTRETTI A FARE WILLIAM E HARRY DURANTE IL FUNERALE DI LADY D

Carlo e Diana, seppur per un breve periodo, si erano amati e per l’erede al trono non fu affatto semplice accettare la scomparsa della moglie e, probabilmente, fare i conti col senso di colpa dovuto al fallimento del matrimonio. Ma appena Carlo realizzò le conseguenze della drammatica morte di Lady D., avrebbe dichiarato: «Vedremo una reazione che non abbiamo mai visto prima e che potrebbe distruggere tutto. Potrebbe distruggere la monarchia». Il suo segretario privato, Stephen Lamport, avrebbe replicato: «Sì, signore. Penso che potrebbe. Sarà molto difficile per sua madre, signore. Dovrà fare cose che potrebbe non voler fare o che non la faranno sentire a suo agio, ma se non le fa, sarà la fine».
 

Ultimo aggiornamento: 23:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sui bus e la metro di Roma le voci parlano strano: fermate “Gnogno” e “Megabyte 1”

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma