«Il bagaglio è troppo pesante» e lui indossa 15 maglie per non pagare il sovrapprezzo: il video è virale

Giovedì 11 Luglio 2019 di Simone Corbetta

A tutti nella vita sarà capitato di arrivare al check-in con l’ansia di avere la valigia “fuori peso massimo” e di dover pagare un supplemento. A John Irvine, un padre di famiglia scozzese, una volta arrivato al banco EasyJet, è stato comunicato che la sua borsa era di otto chilogrammi fuori il peso massimo cosentito. Di conseguenza gli è stato chiesto di pagare un sovrapprezzo, cosa molto comune e risaputa da parte delle compagnie low-cost. Ma a John questa cosa non è proprio andata giù. Non ne ha voluto sapere di spendere ulteriori contanti oltre il prezzo del biglietto ed ha trovato una semplice soluzione. Sopra i propri vestiti ha indossato ben quindici capi tra camicie, maglioni e magliette, nonostante la temperatura si aggirasse intorno ai 30 gradi.

Airbus A320 e Boeing 737 si scontrano all'aeroporto di Amsterdam, paura tra i passeggeri Video

Il figlio Josh ha ripreso la simpatica scena e l’ha postata su twitter. In poco tempo il filmato è diventato virale, con oltre 800 mila visualizzazioni. I commenti degli utenti rendono omaggio alla brillantezza ed alla genialità di John. Alcuni scrivono “E qualcosa che vorrei fare anch’io”.

La famiglia Irvine era di ritorno da Nizza, in Francia, verso l’aeroporto di Edimburgo quando Josh ha postato il video dicendo che suo padre stava “sudando”. «Sabato sera stavamo tornando a casa a Bearsden - 10 km a nord-ovest di Glasgow – dalla Francia e non avremo mai pensato di superare di otto chili il limite di peso» ha aggiunto Josh, poi continua:«La ragazza al bancone ci ha chiesto se volessimo pagare il supplemento, ma mio padre l’ha guardata e ha detto “Hen, guarda questo”. Ha aperto la cerniera della valigia e si è infilato velocemente quindici capi per aiutare a ridurre il peso. Mi facevano male le costole dalle risate. Superare i controlli di sicurezza non è stato facile, perché pensavano stesse cercando di contrabbandare qualcosa sotto i vestiti. Per fortuna alla fine ce l’abbiamo fatta».
 


John inizialmente si sentiva “mortificato” quando il filmato ha cominciato a diventare virale, anche se molti lo hanno definito un genio, elogiandolo con ammirazione. Suo figlio ha poi affermato: «Alla fine ha riso dopo averlo guardato un paio di volte».

Ultimo aggiornamento: 17:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Noi, viaggiatori compulsivi con destinazione “ovunque

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma