#cineAmuchina, Twitter lancia l'hashtag per sdrammatizzare

Martedì 25 Febbraio 2020
Alla fine era inevitabile. Dopo tanti meme, vignette e video umoristici per sdrammatizzare l'emergenza  coronavirus, su Twitter molti utenti - scoraggiati forse dalla chiusura di tanti cinema - hanno lanciato l'hashtag #CineAmuchina, in cui si storpiano (in chiave epidemica) i titoli di film famosi.

 
Da "Tampone su un paziente al di sopra di ogni sospetto" a "Infetti sconosciuti", ad "altrimenti ci infettiamo", la twittersfera è stata, letteralmente, invasa. Persino Massimo Moratti offre il suo gioco di parole: "Io speriamo che me le lavo". Ma c'è veramente di tutto: "Codogno e pregiudizio", "Chi ha infettato Roger Rabbit", "Mamma ho perso il flacone", "Il gel in una stanza", "Lo smemorato di Codogno", "Sette flaconi in sette giorni", "Ultimo flacone a Parigi". E ancora: "L’ Amuchina Geniale - Storia di chi fugge e di chi resta", "Tampone su un paziente al di sopra di ogni sospetto", "La mascherina di ferro", "Antivirali fantastici e dove trovarli", "007 dalla Cina con tampone", "Indiana Jones e i predatori dell'Amuchina perduta", e via dicendo.

La palma dell'originalità va però a chi, scimmiottando "Shining", scrive all'infinito, come il personaggio interpretato da Jack Nicholson nel film di Stanley Kubrick: "L'amuchina ha l'oro in bocca"... 


MPS, sostegno a territori colpiti da emergenza Coronavirus
 
 
Ultimo aggiornamento: 26 Febbraio, 12:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

“Casa mia è piena di gente”. E menomale che si chiama isolamento

di Veronica Cursi