CORONAVIRUS

Coronavirus, dal "coronarovirus" ai sieropositivi: le gaffe del sindaco

Giovedì 12 Marzo 2020

Boscoreale è famosa in tutto il mondo grazie ai preziosi regali che ha elargito ai musei più importanti del pianeta. Il Louvre di Parigi, il Metropolitan Museum di New York, il Getty di Malibu e, forse qualcuno di voi c'è stato, l'Altes Museum di Berlino. Regali scoperti nell'800, quelli provenienti dalle ville romane rinvenute attorno all'area di Pompei. Qui l'eruzione del Vesuvio, nel 79 d. C., rase al suolo un luogo fatato, amato dagli antichi romani e non solo.

Stiamo prendendo tempo prima di arrivare, con imbarazzo, al dunque. Oggi Boscoreale, nel pieno dell'emergenza nazionale per il coronavirus, torna a far parlare di sé. Purtroppo a causa di una serie infinita di gaffe del proprio sindaco. Un filotto reale, come direbbe Fantozzi, di castronerie elencate da Antonio Diplomatico durante il suo videomessaggio alla popolazione. Il primo cittadino, gli altri sono 26,999 circa, è laureato in medicina ma, forse a causa dell'emozione, ha trasformato il "coronavirus" di "Coronarovirus", le fake news in "fak news" e i casi positivi in "sieropositivi". Il video messaggio è stato condiviso migliaia di volte sui social, a metà tra il sorriso e il ghigno. Meglio non pensarci, dimenticando con un caffè. Rigorosamente preparato in casa. Sì perché il sindaco di Boscoreale sbaglia di grosso quando dice: "Si può anche uscire per andarsi a prendere un caffè"

Cristiano Sala

Ultimo aggiornamento: 15:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani