COVID

Scuola, Lopalco: «Troppi tamponi, vanno fatti al rientro solo con casi sospetti o acclarati»

Sabato 3 Ottobre 2020
Scuola, Lopalco: «Troppi tamponi, vanno fatti al rientro solo con casi sospetti o acclarati»

Covid e scuola, è ora di fare chiarezza. «Il tampone per il rientro va chiesto ed effettuato solo se c'è un caso sospetto o acclarato». Lo dice il professore Pierluigi Lopalco, assessore pugliese alla Sanità in pectore. «Stiamo predisponendo dei chiarimenti alle linee guida nazionali sui rientri a scuola degli studenti e bambini dei nidi - spiega - dopo un'assenza per malattia, perché abbiamo registrato una eccessiva e inutile richiesta di tamponi anche quando c'è, da parte dei medici e pediatri, una chiara diagnosi di no Covid».

Un positivo al Mamiani, classe in quarantena «Aumento del 15% della didattica a distanza»

Roma, paura Covid nelle scuole: infetti in 81 istituti. Chiuso il liceo Manara

Covid a Fiumicino, 5 positivi tra bimbi e insegnanti e 4 classi in quarantena. D'Amato: «Nel Lazio ad oggi 290 positivi nelle scuole»

Covid, positivi due studenti delle superiori: casi a Perugia e a Gubbio

Nei primi giorni di apertura delle scuole, ci sono stati diversi casi di contagio da Covid-19: «Una situazione normalissima - sostiene Lopalco - ce lo aspettavamo e non sta accadendo nulla che non avessimo preventivato. Ma non c'è alcun allarme particolare». Le incertezze riguardano i rientri a scuola degli studenti dopo un'assenza per malattia: «Stiamo notando una eccessiva posizione di difesa sul tema - prosegue Lopalco - per questo stiamo predisponendo dei chiarimenti. Il tampone per il rientro va chiesto ed effettuato solo se c'è un caso sospetto o acclarato».

 

Ultimo aggiornamento: 13:47 © RIPRODUZIONE RISERVATA