Quarantena a scuola, varato nuovo documento: dalla "selettiva" al "tutti a casa", cosa cambia

Scuola, per la quarantena varato nuovo documento: dalla "selettiva" al "tutti a casa", cosa cambia
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 3 Novembre 2021, 22:22 - Ultimo aggiornamento: 4 Novembre, 00:20

È stato varato il documento con le «Indicazioni per l'individuazione e la gestione dei contatti di casi di infezione da Sars Cov in ambito scolastico» elaborato dall'Istituto superiore di Sanità, dal ministero della Salute, dell'Istruzione e dalle Regioni. Nel documento - che verrà diramato, a stretto giro, agli Uffici scolastici regionali e alle scuole mediante una nota di accompagnamento - si prevede tra l'altro, come già emerso nelle bozze circolate in questi giorni, che non ci sia didattica a distanza se c'è un solo positivo in classe; se sono due è prevista una quarantena «selettiva» a seconda se si sia vaccinati o meno, mentre si resta tutti a casa se i casi sono almeno tre, sia tra gli alunni che tra i docenti.

Scuola, quarantena dopo 3 positivi in classe: regole (e differenze) tra elementari, medie e superiori

«Green pass, niente violazione della privacy»: ricorso dei docenti respinto dal Consiglio di Stato

Le misure di prevenzione

Il documento contiene una revisione complessiva del sistema di gestione dei contatti dei casi confermati di positivi, anche alla luce dell'aumento della copertura vaccinale e per favorire la didattica in presenza e rendere più omogenee le misure di prevenzione in ambito scolastico. L'atto è firmato dal direttore generale della prevenzione sanitaria, dottor Giovanni Rezza e del capo dipartimento del ministero dell'Istruzione, Jacopo Greco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA