Scuola, attacco hacker per Axios: rientro in classe senza registro elettronico

Scuola, attacco hacker per Axios: rientro in classe senza registro elettronico
di Lorena Loiacono
3 Minuti di Lettura

Niente voti da assegnare né assenze da annotare. Oggi gli studenti tornano in classe ma molti lo faranno senza il registro elettronico. Da venerdì scorso infatti un attacco hacker ha messo ko la piattaforma Axios utilizzata negli istituti da Nord a Sud: un problema non di poco conto durante la didattica a distanza dove l'online assume un ruolo fondamentale. Quindi gli alunni che contavano sul registro elettronico per vedere quali compiti dover svolgere durante le vacanze di Pasqua non hanno potuto farlo. Si è dovuti tornare alla vecchia maniera: a memoria o, per chi ancora lo usa, alle pagine del diario cartaceo. «Stiamo completando le attività di ripristino dell’infrastruttura - assicurano da Axios Italia - ed i test per le verifiche di sicurezza. Contiamo di rendere disponibili i servizi entro la mattina di domani». La conferma dell'attacco informatico è arrivata direttamente dai profili social di Axios srl che ha provveduto a fare denuncia alla polizia postale per capire come l'attacco, già subito in passato, questa volta sia riuscito a colpire nel segno bloccando tutto.

Scuola e proteste No Dad, sit in davanti a sedi e provveditorati, gli studenti delle superiori: «Sempre più penalizzati»

Brindisi, otto figli a casa per il Covid, lo sfogo di mamma Francesca: «La Didattica a distanza è un'impresa»

Si tratta di un attacco di ultimissima generazione, Axios assicura di non aver avuto alcuna perdita di dati: «A seguito delle approfondite verifiche tecniche messe in atto da sabato mattina in parallelo con le attività di ripristino dei servizi, abbiamo avuto conferma che il disservizio creatosi è inequivocabilmente conseguenza di un attacco ransomware portato alla nostra infrastruttura. Dagli accertamenti effettuati, al momento, non ci risultano perdite e/o esfiltrazioni di dati. Stiamo lavorando per ripristinare l'infrastruttura nel più breve tempo possibile e contiamo di iniziare a rendere disponibili alcuni servizi a partire dalla giornata di mercoledì». Purtroppo il disservizio non sembra essersi risolto, Axios assicura che entro pochi giorni tutti i servizi web torneranno disponibili e che, per eventuali necessità, le famiglie possono scrivere a contatti@axiositalia.com

 

Mercoledì 7 Aprile 2021, 11:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA