Venere, cos'è la fosfina: un gas dall'odore sgradevole. Negli anni '30 era il nome di una pasta

Lunedì 14 Settembre 2020 di Enzo Vitale
Venere, cos'è la fosfina: un gas dall'odore sgradevole. Negli anni '30 era il nome di una pasta

Alla fine degli anni '30 la Fosfina più che altro era conosciuta perchè il suo nome era associato al marchio di una famosa pasta. La pubblicità recitava: «La minestra per le persone deboli, affaticate per i bimbi etc etc...» e non mancava poi l'etichetta con su scritto: «Contiene un'alta percentuale di fosforo organico assimilabile».
Ma, pubblicità e prodotti a parte, la fosfina trovata su Venere è un gas la cui molecola si definisce come PH3. é incolore e ha un odore molto sgradevole. Sarebbe proprio questo gas tra le sostanze responsabili del fenomeno dei fuochi fatui.
 

Venere, tracce di vita? Trovata fosfina nell'atmosfera del pianeta, forse generata da microbi

Cercavamo i "marziani", invece, potenti telescopi, piazzati in CiIe e alle Isole Hawai, avrebbero trovato i "venusiani". Naturalmente parliamo di forme di vita elementarissime e, quindi, non illudiamoci: nel nostro Sistema Solare non esistono esseri simili a noi.


Fosfina o Fosfano
Viene chiamata pure Fosfano e fu Antoine-Laurent de Lavoisierr, chimico, biologo e filosofo francese, che nel 1789 la riconobbe come combinazione di fosforo con idrogeno. In poche parole la fosfina è un gas la cui molecola è formata da un atomo di fosforo e da tre atomi di idrogeno

Sul nostro pianeta  è prodotta solo industrialmente o da microbi anaerobici che prosperano in ambienti privi di ossigeno e che non richiedono la presenza di ossigeno per il proprio metabolismo); il che rende questa molecola un importante, potenziale tracciante di processi biologici.
 

Video

Raffaele Saladino, presidente della Società astrobiologica italiana, interviene sulla scoperta spiegando allo stesso tempo il ruolo della Fosfina sulla Terra: «Come sappiamo argomenta- la fosfina si può produrre in diversi modi e in ogni caso l'eccezionalità della scoperta consiste nel fatto che lassù esiste una fonte di fosforo. Ad ogni modo -conclude- credo sia necessario un ulteriore approfondimento. Ma visto che sul nostrto pianeta esistono forme microbiche in grado di produrre quel tipo di gas, mi auguro proprio che ci siano a breve elementi che confortano tale ipotesi e che su Venere avvenga lo stesso processo».
 
 

Ultimo aggiornamento: 20:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA