ULTIMA ORA

Su Giove la tempesta che potrebbe "inghiottire" la Terra: la foto spettacolare della Nasa

Venerdì 18 Settembre 2020 di Nico Riva
Credit: NASA, @EuropeanSpaceAgency, STScI, A. Simon (Goddard Space Flight Center), M.H. Wong (University of California, Berkeley), and the OPAL team

ROMA - Una tempesta talmente grande che potrebbe inghiottire la nostra Terra senza problemi. Fortunatamente, è lontana circa 400 milioni di miglia da noi: su Giove. La nuova foto della Nasa e dell'Esa (Agenzia Spaziale Europea) è mozzafiato. «Un nuovo ritratto delle tempeste di Giove», scrive la Nasa su Instagram. Il telescopio dell'agenzia spaziale Hubble ha catturato uno scatto incredibile di quanto sta avvenendo sul pianeta distante 406 milioni di miglia da noi. La Grande Macchia Rossa di Giove è visibile al centro dell'immenso pianeta. La Grande Macchia Rossa infatti altro non è che una tempesta di dimensioni per noi impensabili: circa 10mila miglia di diametro. Tradotto: grande abbastanza da inglobare tutto il nostro pianeta.
 

 
 
La Terra ha una nuova Luna, è un piccolo asteroide che rimarrà fino ad aprile
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

A new portrait of Jupiter's storms 🌀 406 million miles from Earth, Jupiter is captured by our @NASAHubble Space Telescope, with the Great Red Spot visible as it plows through clouds. Researchers say the Great Red Spot measures about 9,800 miles across, big enough to swallow the Earth. A unique and exciting detail of Hubble’s snapshot appears at mid-northern latitudes: a bright, white, stretched-out storm traveling around the planet at 350 mph (560 km/h). While it’s normal for storms to pop up in this region every six years or so, the timing of Hubble's observations on Aug. 25, 2020, allowed for a perfect showing of the structure. Visible on the far left is Jupiter’s icy moon Europa. Credit: NASA, @EuropeanSpaceAgency, STScI, A. Simon (Goddard Space Flight Center), M.H. Wong (University of California, Berkeley), and the OPAL team #NASA #Hubble #Jupiter #Storms #Europa #Planets

Un post condiviso da NASA (@nasa) in data:


L'atmosfera su Giove, spiegano gli scienziati, è molto turbolenta. E ciò ha portato alla formazione (in alto a sinistra) di una nuova grande tempesta, bianca e luminosa. Questa, al momento dello scatto dello scorso 25 agosto, viaggiava sul grosso pianeta a 560 chilometri orari. Tuttavia, non si tratta di un fenomeno unico: ogni circa 6 anni, si verificano eventi metereologici di questo tipo. Ciò che ha colpito gli scienziati sono le dimensioni insolita della nuova tempesta. 

Nella foto della Nasa è inoltre possibile vedere, in lontananza sullo sfondo, la Luna di Giove, un satellite completamente ghiacciato chiamato Europa. Questa è leggermente più piccola della nostra Luna e fu scoperta da una delle menti più brillanti della storia: lo scienziato italiano Galileo Galilei. 

Ultimo aggiornamento: 16:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA