Filippo Turetta, perché i genitori non hanno voluto incontrarlo in carcere. Oggi l'autopsia di Giulia e lui sarà interrogato

Giovedì 30 Novembre 2023, 10:30 - Ultimo aggiornamento: 1 Dicembre, 16:47
Filippo Turetta, perché i genitori non hanno voluto incontrarlo in carcere. Oggi l'autopsia di Giulia e lui sarà interrogato
1 Minuto di Lettura

Sono tre i nodi che dovrà sciogliere l'autopsia sul corpo di Giulia Cecchettin, la 22enne uccisa dall'ex fidanzato Filippo Turetta. L'esame, in programma domani a Padova, dovrà svelare se c'è anche l'aggravante della crudeltà. Il medico legale, assistito dai consulenti nominati dalle parti, dovrà stabilire quando è morta Giulia, in che modo è stata uccisa e se il suo corpo è stato seviziato dopo.

Filippo Turetta sarà interrogato domani - nel carcere di Verona - dal pm di Venezia Andrea Petroni. Dopo le brevi dichiarazioni spontanee rese davanti al gip Benedetta Vitolo, domani lo studente universitario - difeso dall'avvocato Giovanni Caruso - potrebbe decidere di rispondere e andare ben oltre le poche ammissioni fatte sul delitto dell'11 novembre scorso.

Filippo Turetta, il papà: «Non ha ucciso a mano armata, è un ragazzo che è bambino: gli è saltato l'embolo»

© RIPRODUZIONE RISERVATA