Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Vaccino AstraZeneca al posto di Moderna, scambio in un hub di Firenze

Vaccino AstraZeneca al posto di Moderna, scambio in un hub di Firenze
3 Minuti di Lettura
Lunedì 30 Agosto 2021, 10:54 - Ultimo aggiornamento: 15:47

E' un po' la paura di tutti: lo scambio di vaccini. A causa di un errore, in un hub della provincia di Firenze, a Dicomano, a cinque persone tra i 24 e 41 anni è stato somministrato il vaccino AstraZeneca al posto del Moderna in occasione della somministrazione della seconda dose. È quanto riporta oggi La Nazione. Lo sbaglio, si spiega, sarebbe avvenuto a monte: chi stava preparando le siringhe avrebbe confuso una fiala di AstraZeneca destinata ai richiami per gli over 60. A ricevere il vaccino sbagliato sono stati un trentunenne, due donne di 24 anni, una di 27 e una di 41: per tutte e cinque le persone l'Asl Toscana centro ha disposto la sorveglianza sanitaria attiva. Sono stati fatti subito gli esami del sangue per verificare l'assetto coagulativo e saranno monitorati per un mese.

Pistoia, soluzione fisiologica al posto del vaccino Pfizer. L'Asl: «Nessuno rischia danni»

Zona gialla, crescono i ricoveri ed in Sicilia torna la paura. Calabria e Sardegna sperano

Oggi saranno nuovamente visitati da un medico internista. Un errore analogo, ricorda il quotidiano, era già successo il 14 luglio scorso all'hub vaccinale di Empoli: allora furono undici le persone, età media 36 anni, a ricevere, in occasione della prima somministrazione, Astrazeneca al posto di Moderna.

 

Invece a Pistoia l'11 giugno sei persone avevano ricevuto una soluzione fisiologica al posto del vaccino. Ancor prima invece in provincia di Massa Carrara a una donna di 23 anni erano state iniettate 4 dosi Pfizer e lo stesso era accaduto a Livorno a una donna di 67.

© RIPRODUZIONE RISERVATA