«Mia figlia 12enne sulla sedia a rotelle dopo il vaccino»: la denuncia della madre. «Ma ho ancora fiducia nei farmaci»

Vaccino, 12enne volontaria nella sperimentazione finisce in gravi condizioni, la mamma: «È tornata su una sedia a rotelle»
4 Minuti di Lettura
Sabato 3 Luglio 2021, 11:23 - Ultimo aggiornamento: 15:51

Maddie de Garay, una ragazzina di 12 anni dell'Ohio, Stati Uniti, sarebbe finita in gravi condizioni dopo aver ricevuto la seconda dose del vaccino anti Covid Pfizer, lo scorso 20 gennaio, come volontaria nell'ambito della sperimentazione per la sua fascia d'età. A raccontarlo è la madre della giovanissima che denuncia come il vaccino avrebbe fatto finire sua figlia su una sedia a rotelle e di averla ridotta in fin di vita.

«Era una ragazza sana»: il racconto della mamma

Stephanie De Garay, mamma della 12enne, ha raccontato giovedì nella trasmissione televisiva "Tucker Carlson Tonight", che i medici le avevano assicurato che sua figlia non si sarebbe potuta ammalare a causa del vaccino. «L'unica diagnosi che abbiamo ottenuto per lei è che si tratta di un disturbo da sintomi neurologici funzionali, che stanno attribuendo all'ansia», ha detto la donna, ma «Ironicamente, non aveva ansia prima del vaccino» ed era allora «una ragazza sana». Tutti e tre i figli della donna si sarebbero sottoposti all'iniezione con entusiasmo con il favore dei genitori, dichiarati sostenitori della scienza. 

AstraZeneca, uomo di 76 anni muore poche ore dopo la seconda dose: non aveva patologie, disposta l'autopsia

De Garay ha spiegato che, dopo aver ricevuto la seconda dose di vaccino Pfizer, sua figlia ha iniziato a sviluppare forti dolori addominali e al petto, descritti da Maddie con queste parole: «Sembra che il mio cuore mi venga strappato dal collo». Tra gli ulteriori sintomi descritti dalla donna ci sono gastroparesi, nausea, vomito, pressione sanguigna irregolare, frequenza cardiaca e perdita di memoria. 

«Non riesce ancora a digerire il cibo. Ha un tubo per nutrirsi», ha detto la mamma. «Lei non poteva camminare a un certo punto, poi poteva... non capisco perché i medici non stiano esaminando il perché ora è tornata su una sedia a rotelle e non riesce a tenere il collo alto. Il suo il collo si tira indietro».

Cosa deve fare chi si contagia dopo il vaccino? Tutte le regole nel Lazio

Carlson racconta di non esser stata contattata né dall'amministrazione Biden né dalla casa farmaceutica Pfizer. «La risposta ad una persona che sta conducendo la sperimentazione del vaccino è stata agghiacciante», ha detto. «Volevamo sapere quali sintomi sono stati segnalati e non siamo riusciti nemmeno a ottenere una risposta su questo».



Dopo la sua straziante esperienza, la madre dell'Ohio ha affermato tuttavia di essere ancora «a favore del vaccino» e fiduciosa nella scienza. Il senatore Ron Johnson, ha inviato lettere agli amministratori delegati di Pfizer e Moderna in cerca di risposte sulle reazioni avverse al vaccino Covid-19 a seguito di una conferenza stampa del 28 giugno con 5 persone interessate in tali eventi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA