Obama, cluster dopo la festa per i 60 anni: «Positivi in 74». La replica: «Presto per parlare di focolaio»

Obama, cluster dopo la festa per i 60 anni: «Positivi in 74». La replica: «Presto per parlare di focolaio»
3 Minuti di Lettura
Sabato 14 Agosto 2021, 10:00 - Ultimo aggiornamento: 15 Agosto, 11:15

Un totale di 74 persone a Martha's Vineyard sono risultate positive al Covid-19 dopo aver partecipato alla festa di compleanno dei 60 anni dell'ex presidente Barack Obama sabato scorso. Tuttavia, i funzionari sanitari notano che è ancora «troppo presto» per sapere se le centinaia di ospiti riuniti per l'evento «senza mascherina» abbiano contribuito all'aumento dei casi. «In questo momento non siamo a conoscenza di alcun caso collegato al partito Obama», ha detto a DailyMail.com l'agente sanitario di Tisbury e il portavoce del consiglio sanitario Maura Valley. «È un po' troppo presto e l'unico modo per saperlo è attraverso una tracciabilità completa dei contatti». Centinaia di persone però, hanno partecipato alla festa, volando da tutto il paese per ballare, mangiare e bere la notte nella sua tenuta a Edgartown. E in zona tutti sono convinti che il cluster sia collegato al grande evento.

Obama compie 60 anni: «Cancellata la mega-festa», la retromarcia dopo le polemiche Covid

Obama, festa (con polemiche) per i 60 anni: Pearl Jam in concerto e vip. Ma entra solo chi è vaccinato

Nonostante l'insistenza dell'ex presidente, che ha cercato di invitare meno gente possibile  tranne la sua famiglia e gli amici intimi, «da 300 a 400 persone si sono presentate alla sua festa: Da Jay Z e Beyoncé a Chrissy Teigen e John Legend», ha detto a DailyMail un membro dello staff che lavorava all'evento. Molti degli ospiti sono arrivati ​​in aereo con un jet privato e sono rimasti a Edgartown, dove è poi scoppiato il focolaio. 

Diverse celebrità, tra cui Bradley Cooper, si sono registrate all'Harbour View Hotel, dove sei membri dello staff sono risultati positivi. L'Harbour View era tra i tre nuovi cluster a Edgartown, insieme all'Alchemy Bistro & Bar con 14 casi e al ristorante Port Hunter con 5 positivi al virus, stando al report dei funzionari sanitari locali. Gli ultimi due ristoranti hanno temporaneamente chiuso, insieme a molti altri locali tra cui lo storico pub Newes from America, il Wharf Pub e il Covington Restaurant a Edgartown.

Video

Obama ha insistito sul fatto che stava tenendo i suoi ospiti e il personale ad un livello elevato di attenzione. È stato assunto un «coordinatore del coronavirus» per assicurarsi che tutto fosse in regola. I partecipanti sono stati tenuti a fare i test e a presentare i loro risultati per ottenere l'accesso all'evento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA