Vaccino, miliardari si fingono camerieri per prendere dosi al posto dei fragili: rischiano sei mesi di carcere

Vaccino, miliardari si fingono camerieri per prendere le dosi al posto dei fragili: rischiano 6 mesi di carcere
3 Minuti di Lettura
Venerdì 29 Gennaio 2021, 13:40 - Ultimo aggiornamento: 14:55

Il proprietario di un casinò e sua moglie attrice sono stati arrestati: la coppia è volata nello Yukon per ricevere il vaccino anti-Covid destinato a popolazioni indigene vulnerabili. Rodney Baker, 55 anni e Ekaterina Baker, 32 anni, hanno volato per 1.700 miglia da Vancouver a Beaver Creek, una comunità di 90 persone nell'estremo nord-ovest del Canada, il 21 gennaio scorso. Si sono finti camerieri per ricevere dosi del vaccino Moderna in una clinica mobile ad hoc, ma sono stati scoperti prima che potessero tornare a casa. Una truffa, insomma.

I Baker sono stati multati di circa 2.000 euro per aver infranto le regole del Covid, ma gli anziani della comunità chiedono che venga inflitta loro una sanzione più severa. Mercoledì, è stato ordinato loro di comparire in tribunale e hanno bloccato i loro biglietti per tornare a casa. Se condannati, rischiano un massimo di sei mesi di carcere. Baker ha rassegnato le dimissioni da CEO di Great Canadian Gaming domenica: i dati finanziari mostrano che l'uomo ha incassato 45.9 milioni di dollari in borsa nell'ultimo anno.

«Il Covid non esiste, non porto la mascherina e niente distanze». Poi il negazionista si contagia e muore a 46 anni

Marc Miller, ministro canadese dei servizi indigeni, si è detto «disgustato dalle loro azioni. Questa è forse la cosa più stupida che ho visto da molto tempo. Non so cosa sia passato per la mente di quelle persone. C'è un'estrema scarsità di dosi e per qualche motivo le persone hanno cercato di ingannare il sistema. È ingiusto. È sbagliato». Il ministro dei servizi alla comunità di Yukon, John Streicker, ha detto che i membri del White River First Nation a Beaver Creek si sono sentiti violati. Alla comunità è stata data la priorità del vaccino a causa della sua lontananza, una popolazione anziana e con un accesso limitato all'assistenza sanitaria.

Covid, in Australia in 4.000 sugli spalti per gli Open di tennis: «Quasi tutti senza mascherina»

Vaccini, Burioni: «Non ci sono abbastanza dosi per due richiami sicuri e lo Stato ne fa uno nuovo: una follia»

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA