Giudice toglie la custodia del figlio alla madre non vaccinata: «Posso parlare con lui solo al telefono»

Giudice toglie la custodia del figlio alla madre non vaccinata: caos dopo la sentenza senza precedenti
4 Minuti di Lettura
Martedì 31 Agosto 2021, 13:22 - Ultimo aggiornamento: 13:29

Rebecca Firlit, 39 anni, si è presentata all'udienza pensando di dover discutere del mantenimento del figlio, ma quando s'è sentita chidere dal giudice se si fosse vaccinata, ha capito che le cose stavano prendendo una piega diversa. Rebecca, ha raccontato al Chicago Sun-Times, ha risposto che aveva evitato di vaccinarsi spiegando che in passato aveva avuto delle «reazioni avverse» e che per questo un medico le aveva sconsigliato di sottoporsi al vaccino anti-Covid

Il giudice della contea di Cook, James Shapiro, a quel punto ha preso una decisione che ha lasciato letteralmente interdetta questa giovane mamma. Shapiro ha infatti ordinato che il figlio di 11 anni venisse affidato al padre, Matthew Duiven - che è invece vaccinato - finché la donna non si fosse immunizzata. Rebecca ha presentato ricorso contro la sentenza e il suo avvocato difensore, Annette Fernholz, in un'intervista con WFLD, ha giudicato la decisione di Shapiro come "esagerata".

La sentenza

«Neanche il padre aveva sollevato il problema davanti alla corte», ha detto Fernholz. «È il giudice che decide da solo che non puoi vedere tuo figlio finché non sei vaccinato». Anche in altri stati i giudici hanno emesso delle sentenze tenendo in conto la situazione dei vaccini all'interno del nucleo famigliare o in merito alla possibilità di un detenuto di ottenere la scarcerazione. Ma la sentenza che ha subito Rebecca sembra proprio senza precedenti. Firlit e il suo ex marito sono divorziati da anni e, secondo le carte processuali, hanno avuto l'affidamento condiviso del figlio di 11 anni dal giugno 2014. L’avvocato di Firlir ha spiegato che l'udienza del 10 agosto non aveva nulla a che fare con la revisione dell'accordo di custodia, quindi nessuno si aspettava che il giudice chiedesse alla madre del ragazzo se fosse vaccinata. 

​Vaccino, appello di pediatri e ginecologi: «Subito a bambini e donne incinte, sono a rischio»

Il pericolo per il minore

«Ero confusa perché l’udienza doveva riguardare solo le spese e il mantenimento dei figli», ha detto la Firlit al Sun-Times. «Gli ho chiesto cosa avesse a che fare con l'udienza, e lui ha detto: “Io sono il giudice e prendo le decisioni”. Penso che stia dividendo le famiglie. E penso che non sia nell'interesse di mio figlio stare lontano da sua madre». L'avvocato del padre, Jeffery M. Leving, che non ha risposto immediatamente alla richiesta di commento del Post domenica scorsa, ha detto che non si aspettava che il giudice chiedesse informazioni sulle vaccinazioni o modificasse l'accordo di custodia.

Ma ha comunque ritenuto positiva la decisione del giudice, rifelttendo sul potenziale rischio che un soggetto non vaccinato possa avere su un minore: «Ci sono bambini che sono morti a causa del Covid», ha detto Leving. «Penso che ogni bambino dovrebbe essere al sicuro. E sono d'accordo che la madre dovrebbe essere vaccinata». La donna, distrutta dalla sentenza, ha detto che sta lottando con la separazione da suo figlio, con cui le è permesso comunicare solo per telefono. «Parlo con lui ogni giorno», ha detto al Sun-Times. «Piange, gli manco».

© RIPRODUZIONE RISERVATA