Passa la vita a fare ricerca contro il cancro della pelle, dottoressa muore per quello stesso male

Domenica 12 Gennaio 2020 di Alix Amer
1

Per un crudele caso del destino dopo aver passato tutta la vita a fare ricerche su uno specifico tumore della pelle la dottoressa muore per quello stesso male. Sharon Hutchison, 39 anni, esperta di melanoma, ha lavorato come ricercatrice presso l’Università delle Highlands e delle Isole a Inverness, in Scozia. Ma a gennaio dello scorso anno le è stato diagnosticato «quel maledetto cancro della pelle che ha sempre tentato di sconfiggere per gli altri», dicono gli amici. La Hutchison è stata subito sottoposta a trattamento, ma è deceduta la scorsa settimana presso l’Highland Hospice un anno dopo che le era stato detto che aveva la forma aggressiva di melanoma.

LEGGI ANCHE Leucemia, bimbo di 6 anni guarisce: gli amichetti a scuola lo accolgono come un eroe

La 39enne si era inizialmente unita al team di ricerca universitario nell’estate del 2018 e il suo lavoro faceva parte di una collaborazione mondiale. In precedenza aveva lavorato per circa sei anni nel dipartimento di radiofarmacia dell’ospedale di Raigmore, dove era coinvolta nella produzione di trattamenti per migliaia di malati di cancro. È stata anche nello sviluppo di trattamenti farmacologici per il melanoma all’Università di Glasgow. La dottoressa ha continuato a lavorare mesi dopo la sua diagnosi fino all’inizio di dicembre. Ha subito due diversi tipi di terapia, ma il cancro si è diffuso.
 

 

Ha trascorso i suoi ultimi giorni nell’ospizio circondata dalla sua famiglia e da allora i suoi colleghi hanno promesso di continuare il suo lavoro. La dottoressa Antonia Pritchard ha dichiarato: «È stata forte fino all’ultimo. È stata straordinaria. Essendo esperti in questo campo, sapevamo fin dall’inizio quali fossero le opzioni. Era una grande amica, ricercatrice meticolosa e mi manca immensamente». La dottoressa Pritchard ha aggiunto che il suo team continuerà a fare ricerche sulla malattia e ad aumentare la consapevolezza del melanoma in modo che le persone sappiano individuare i segnali di allarme.

© RIPRODUZIONE RISERVATA