I rombi della Dolce vita tra Santa Marinella e Cerveteri in sostegno del Bambino Gesù

Sabato 1 Giugno 2019 di Emanuele Rossi
I rombi della Dolce vita tra Santa Marinella e Cerveteri in sostegno del Bambino Gesù

La fiammante Ferrari 250 GT apparsa nella Pantera Rosa del 1962 ma anche la Lancia B24 del 1956, la spider protagonista indiscussa de Il Sorpasso, film cult di Vittorio Gassman e Jean Louis Trintignant. Pezzi pregiati, una ventina tra le 60 auto d'epoca sulla griglia di partenza, che intanto hanno sfilato ieri al Bambino Gesù di Santa Marinella per i bambini malati mentre questa mattina raggiungeranno la piazza di Cerveteri prima di percorrere un lungo tragitto che li porterà a toccare numerose tappe del litorale, tra cui anche Santa Severa e Oriolo Romano. Solidarietà, sport, valorizzazione del territorio, e naturalmente loro, le affascinanti auto, tutte prodotte tra il 1910 e il 1970. E' tornato in grande stile il trofeo d'auto d'epoca La Dolce Vita, manifestazione organizzata dall'associazione Circuito Storico Santa Marinella, patrocinata dal Comune e dalla Rai.
 

 

L'OMAGGIO
La terza edizione è dedicata allo scrittore Giorgio Bassani, che proprio durante una villeggiatura sulla costa produsse la sua opera più famosa, Il Giardino dei Finzi Contini. Per il secondo anno invece l'iniziativa sarà in sostegno dell'ospedale attraverso una raccolta fondi tramite fondazione del Bambino Gesù Onlus, ma anche organizzando appuntamenti dedicati ai piccoli pazienti, ieri rimasti ammaliati dai bolidi. «Il nostro ospedale quest'anno compie 150 anni e il tema di questa ricorrenza è: Il futuro è una storia di bambini.

È stato molto bello far vedere da vicino ai piccoli pazienti, accompagnati dai genitori, alcune splendide auto d'epoca appartenute anche a personaggi importanti della storia e della cultura cinematografica italiana», dichiara Ruggero Parrotto, direttore generale del Bambino Gesù. «Agli organizzatori della manifestazione il mio più caloroso in bocca al lupo e a tutti i cittadini del litorale l'invito a trascorrere un piacevole week end di inizio estate in compagnia de La Dolce Vita», dice Alessio Pascucci, sindaco di Cerveteri. Al Bambino Gesù ieri era presente anche il sindaco di Santa Marinella, Pietro Tidei, l'assessore alla Cultura, Ivana Della Portella e Daniele Padelletti, l'organizzatore. «Pensate, abbiamo anche la Taraschi, è una barchetta con una particolarità importante: nel 1950 ha gareggiato nelle Mille Miglia di velocità passando proprio qui a Santa Marinella. Una sorta di ritorno al futuro», sostiene Padelletti.

Oggi si entra nel vivo. Alle 9 previsto il raduno delle auto in piazza Trieste a Santa Marinella. Dopo una prova cronometrica ad Oriolo Romano la carovana si sposterà a Cerveteri alle 11.30 in piazza Santa Maria. Dalle 18 alle 20 i piloti torneranno a Santa Marinella: il programma prevede anche un concorso d'eleganza che obbligherà gli equipaggi ad esibirsi in abiti d'epoca ispirati alla Dolce Vita. Alle 12 di domani si svolgeranno le premiazioni a Santa Severa.
 

Ultimo aggiornamento: 11:26 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

La generazione che snobba i motorini e pure i bolidi

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma