Covid, Mario morto a 14 anni per le conseguenze del virus sugli organi interni. «È la più giovane vittima d'Italia»

Covid, Mario morto a 14anni per le conseguenze del virus sugli organi interni: «È la vittima più giovane d'Italia»
2 Minuti di Lettura
Giovedì 17 Giugno 2021, 15:54 - Ultimo aggiornamento: 18 Giugno, 10:09

Mario Ruocco, un ragazzino di 14 anni di Modena, è morto nelle scorse ore per complicazioni dovute al Covid-19. Il giovane avrebbe lottato per 90 giorni contro la malattia, dalla quale è stato poi tragicamente sconfitto, nonostante la negativizzazione dei suoi test, spegnendosi per delle lesioni agli organi interni. Mario è la più giovane vittima del Covid in Italia, come riporta il Corriere del Mezzoggiorno. A piangere la sua scomparsa papà Antonio e mamma Olga originari di Sant’Egidio del Monte Albino, Salerno.

«Mio figlio 17enne e mio marito ricoverati con coaguli dopo il vaccino con Pfizer e Moderna»

Attraverso un post Facebook il sindaco di Sant'Egidio, Antonio La Mura, esprime la sua vicinanza alla famiglia della vittima: «Care concittadine e cari concittadini, pochi minuti fa ho appreso la terribile notizia della morte, a Modena, di un ragazzo di appena 14 anni, la cui famiglia è originaria di Sant'Egidio del Monte Albino. Si tratta del giovanissimo Mario Ruocco».

Camilla Canepa e il giallo della Tac senza contrasto: l'Aifa suggeriva un'altra procedura


«Mario si è ammalato di Covid. Ha superato l'infezione, lottando come un leone per 90 giorni, ma non è riuscito, sebbene si fosse negativizzato, a superare le drammatiche conseguenze della malattia sugli organi interni. In questo momento di dolore inconsolabile, voglio pubblicamente esprimere a papà Antonio e mamma Olga la vicinanza commossa dell'intera comunità di Sant'Egidio. Condoglianze che naturalmente estendo a tutta la famiglia, in particolare al nonno Mario Ruocco e alla nonna Antonietta Marcone, nostri cari concittadini».

© RIPRODUZIONE RISERVATA