COVID

Covid, primo caso di contagio sul monte Everest: scalatori costretti alla quarantena nel campo base

Mercoledì 21 Aprile 2021
Covid, prima infezione sul monte Everest: scalatori costretti alla quarantena nel campo base

Il monte Everest ha registrato la sua prima infezione da Covid-19. A risultare positivo la scorsa settimana è stato uno scalatore, allontanato in elicottero dalla montagna e ricoverato in un ospedale di Kathmandu, in Nepal. Il resto del gruppo della spedizione di cui faceva parte è stato costretto alla quarantena nel proprio campo base.

 

Covid India, esplode una bombola d'ossigeno in un reparto per malati di coronavirus: 22 morti

 

Il primo caso di positività si verifica poco dopo la riapertura delle scalate dall'inizio della pandemia: la stagione dell'arrampicata è ricominciata sulla montagna più alta del mondo solamente questo mese. Le autorità governative locali, inoltre, impongono regole anti contagio anche per esplorare le vette himalayane. Il Nepal richiede infatti ai viaggiatori stranieri di sottoporsi ad un test Covid-19 all'arrivo nel paese e ad un periodo di quarantena.

Covid, India al collasso per la nuova variante. Contagiato anche Rahul Gandhi

Secondo il Daily Mail, ad oggi, lo scalatore ricoverato sarebbe l'unico risultato positivo al virus sul monte Everest. Inizialmente si pensava che il peggioramento delle sue condizioni di salute fosse dovuto ad un edema polmonare d'alta quota, ma dopo l'arrivo all'ospedale di Kathmandu, l'uomo è risultato positivo al test.

Ultimo aggiornamento: 14:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA