Con due infarti alle spalle sessantenne conquista vetta del Pakistan senza ossigeno

Martedì 30 Luglio 2019
Valerio Annovazzi
Un ex muratore di 60 anni, ora in pensione, con la montagna nel DNA, Valerio Annovazzi, ha conquistato il suo quarto Ottomila in Pakistan. Dopo una lunga e dura vita di lavoro anche in Valtellina, il 60enne ha scalato un«altra impegnativa vetta in Pakistan, pur avendo alle spalle due infarti.

 
«Non sono un alpinista - dice Annovazzi di Primaluna, in provincia di Lecco - mica sono un appartenente ai Ragni o al gruppo Gamma. La mia è una semplice passione per le scalate impegnative, effettuate senza ossigeno». Due anni fa, dopo il terzo traguardo in alta quota, dalla cima aveva promesso alla moglie che quella sarebbe stata l'ultima volta. Non ha mantenuto la promessa e ci ha riprovato, con successo, nonostante i problemi seri avuti con la salute. «Ma è come per un calciatore - esclama -. Quando si rompe una gamba, mica smette di giocare perché ha avuto un infortunio». © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, sul tram 8 l'incontro con l'assassino

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma