CORONAVIRUS

Vaccino anti-Covid, patto da 2,4 miliardi tra produttori e Commisione Ue. Via ai test sull'uomo in Germania

Mercoledì 17 Giugno 2020
1
Vaccino anti-Covid, patto da 2,4 miliardi tra produttori e Commisione Ue. Via ai test sull'uomo in Germania

La Commissione europea ha adottato la strategia per permettere all'Ue di avere un vaccino contro il Covid-19 in 12-18 mesi, grazie a 2,4 miliardi di euro per accordi di acquisto anticipati con i produttori e per garantire una produzione adeguata a coprire le necessità dell'Ue. La strategia per il vaccino, presentata la settimana scorsa ai ministri della salute e anticipata da una simile iniziativa di Italia, Francia, Olanda e Germania, ha come obiettivo offrire un accesso equo, economico e tempestivo ai vaccini per tutti gli europei e per il resto del mondo, soprattutto i paesi più poveri. L'Ue modificherà anche alcune procedure e regolamenti per accelerare lo sviluppo, l'autorizzazione e la disponibilità dei vaccini, mantenendo gli standard di qualità, sicurezza ed efficacia.

Covid, Locatelli: «I numeri della Lombardia? Il virus è stato scoperto tardi»

Vaccinazioni sospese per il Covid: nei Paesi poveri tornano colera, morbillo e polio

Coronavirus mutato da alcuni mesi. Scienziati Usa: «Così è diventato più infettivo»

Intanto il gruppo Curevac ha ottenuto il semaforo verde, per iniziare i test clinici del vaccino su candidati volontari. L'istituto Paul Erhlich (Pei) ha rilasciato l'autorizzazione. A metà marzo il permesso a procedere ai test era stato conferito all'impresa Biontech, in Germania. Lunedì scorso, il ministero dell'Economia ha reso noto che lo Stato ha fatto il suo ingresso in Curevac con una partecipazione di 300 milioni di euro.
 

Ultimo aggiornamento: 17:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA