COVID

Vaccini, l'Ema: «Tre pronti a gennaio». Pfizer chiede autorizzazione a mercato Usa

Venerdì 20 Novembre 2020
Vaccino Covid, la Pfizer ha chiesto l'autorizzazione per metterlo sul mercato

Vaccini, si accorcia sempre più l'orizzonte temporale ed è scontato che questi saranno disponibili in un tempo relativamente breve. Fondamentale oggi l'intervento di Guido Rasi, già direttore esecutivo dell'Agenzia Europea dei Medicinali ( Ema), durante un webinar organizzato dall'Ufficio in Italia del Parlamento europeo. «Nell'arco del 2021 avremo 6 o 7 vaccini e sono ragionevolmente ottimista che per fine gennaio ne avremo già 3 con l'autorizzazione e pronti per essere rilasciati. La palla poi passerà alle strutture locali e stati membri per non vanificare la corsa veloce che si è fatta». I vaccini contro il Covid «avranno una sicurezza identica a quella che hanno tutti i vaccini approvati da quando l' Ema esiste», ha sottolineato Rasi. «La qualità del vaccino contro il morbillo e di quelli contro il Covid - ha precisato - viene analizzata con lo stesso metodo, le stesse persone e gli stessi mezzi. Non c'è una sicurezza diversa. Se riscontrassimo dati che insospettiscono l'accelerazione si bloccherebbe, come abbiamo già visto con i due stop nei mesi scorsi».

 

 

 

 

 

Capodanno Covid, potremo fare cenone e veglione? Ecco tutte le regole (e i divieti)

Pfizer stringe i tempi

Vaccino, rush finale. Biontech e Pfizer hanno inoltrato la richiesta di autorizzatione alla United States Medicines Agency (FDA) per mettere sul mercato il vaccino anti Covid. Lo scrive la Dpa citando un comunicato dei due gruppi.

 

Ultimo aggiornamento: 14:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA