Vaccino, nessuna influenza sulla fertilità di uomini e donne. Sicuro anche in gravidanza

Vaccino, nessuna influenza sulla fertilità di uomini e donne. Sicuro anche in gravidanza
4 Minuti di Lettura
Martedì 25 Gennaio 2022, 12:41 - Ultimo aggiornamento: 12:44

I vaccini contro il Covid-19 non hanno effetti sulla fertilità sia per gli uomini che per le donne. Inoltre, sono sicuri anche per le donne in gravidanza. Lo rivela un nuovo studio condotto negli Stati Uniti e in Canada, pubblicato il 20 gennaio nell'American Journal of Epidemiology.

Omicron, perché è più contagiosa? “Vive” 8 giorni sulla plastica e 21 ore sulla pelle

 

Lo studio: il Covid può avere effetti sulla fertilità degli uomini 

La ricerca ha analizzato oltre 2000 coppie e ha concluso che «non c'è alcuna correlazione negativa» tra essere vaccinati contro il Covid e la fertilità, sia per gli uomini che per le donne. Al contrario, chi si ammala di Covid può sperimentare una riduzione temporanea della fertilità. Secondo i risultati degli scienziati, le coppie in cui l'uomo è risultato positivo entro i 60 giorni dal ciclo mestruale della propria partner, hanno il 18% in meno di possibilità di concepire in quel ciclo. 

La ricerca sfata una fake news che si era largamente diffusa nei social media: «i risultati dimostrano che la vaccinazione è sicura per le coppie che stanno cercando di avere un bambino» ha affermato Diana Bianchi, direttrice del National Institute of Health's Eunice Kennedy Shriver, che ha finanziato lo studio. 

 

 

La vaccinazione è sicura anche in gravidanza

Non solo il vaccino non ha effetti sulla fertilità ma non ha neanche controindicazioni in gravidanza. Una ricerca pubblicata il 4 gennaio dal Center for Disease Control and Prevention (CDC) ha concluso che non c'è rischio maggiore di aborto, nascite premature o sottopeso per i bambini nati da persone che si sono vaccinate rispetto a quelle non vaccinate. I ricercatori dell'Università di Yale hanno analizzato i dati di oltre 40.000 donne incinta e non hanno identificato nessun problema di salute specifico correlato al vaccino, indipendentemente dal trimestre della gravidanza in cui era stata somministrata la dose o dal numero di dosi.

Nel dettaglio la maggiorparte delle donne analizzate si erano vaccinate nel secondo o terzo trimestre e lo studio non include le dosi booster, tuttavia non sono stati trovati rischi per la sicurezza neanche per le donne che si sono vaccinate quando erano in stato avanzato di gravidanza. «I tassi di aborto nelle donne che hanno ricevuto il vaccino sono simili a quelli normali» ha scritto il CDC americano in un'avviso diramato a agosto che invitava anche le donne incinta a vaccinarsi. 

 

Per le donne incinta non vaccinate il rischio di morte per Covid aumenta del 70% 

Due studi rilasciati la scorsa estate hanno concluso che i vaccini Pfizer e Moderna non solo sono sicuri, ma proteggono anche i bambini nati. Vaccinarsi è invece ancora più importante perchè il virus sembra essere molto più pericoloso in gravidanza: chi è incinta il Covid, ha il doppio di possibilità di finire in terapia intensiva e il 70% in più di possibilità di morire. Uno studio scozzese, pubblicato a gennaio nella rivista Nature Medicine, ha concluso che le donne incinta non vaccinate che hanno contratto il Covid, non solo erano più a rischio, ma avevano anche un rischio più alto di aborto o nascita prematura.

© RIPRODUZIONE RISERVATA