Vaccino Covid, Ricciardi: «Sarà valutato per la sicurezza, se funziona dico sì all'obbligo»

Vaccino Covid, Ricciardi: «Sarà alutato per la sicurezza, se funziona dico sì all'obbligo»
3 Minuti di Lettura
Lunedì 23 Novembre 2020, 13:47 - Ultimo aggiornamento: 19:41

Vaccino contro il Covid, sull'obbligo «per il momento ho consigliato al ministro di prevedere la volontarietà per gli adulti» ma «se capissimo che serve il 90-95% di copertura per ottenere l'immunità di gregge, senza la quale ci troveremmo di fronte alla necessità di dover bloccare la produttività e la mobilità per il Paese, si potrebbe, per cause di forza maggiore, valutare anche l'obbligo. Dobbiamo aspettare che le aziende presentino ufficialmente i dati all'Ema e alla Fda e i loro dati spero siano confermati dall'autorizzazione ufficiale». Ma «non c'è dubbio che il vaccino contro il Covid sarà valutato come tutti i vaccini nel passato, in primis per sicurezza e poi per la capacità protettiva».

Covid, «uno spray nasale combatte il virus»: la sperimentazione australiana

Unità di crisi del Lazio: mancano oltre 500.000 vaccini antinfluenzali, diffidata la Sanofi Pasteur

Vaccino Covid, Oxford: «Il nostro efficace in media al 70%, a regime ottimale al 90%». Capacità di 3 miliardi di dosi

Lo ha detto Walter Ricciardi, professore di Igiene dell'Università Cattolica e consulente del ministero della Salute, durante Agorà, su Rai 3. «Credo che - ha concluso - se viene adeguatamente spiegato che questo vaccino è sicuro e che è l'unico modo per tornare alla normalità, la gente si convinca».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA