CORONAVIRUS

Vaccino Covid, medico inglese smonta le tesi negazioniste con un tweet: «Rischio massimo? Allergia alimentare»

Lunedì 7 Dicembre 2020
Vaccino Covid, medico inglese smonta le tesi negazioniste con un tweet: «Rischo massimo? Allergia alimentare»

Un medico inglese di nome Benjamin Janaway, ha voluto rispondere su Twitter a diverse faq che circolano in rete. Con particolare riferimento alle tematiche no vax: «Il legame tra vaccini e autismo e vaccini e Alzheimer è stato completamente smentito da studi su larga scala. Non ci sono bambini morti, parti di bambini morti o pezzi di qualsiasi altra cosa nel vaccino che sta per farti del male. Questo è tutto un mito». Mentre nel mondo crescono le aspettative per i vaccini che debelleranno la pandemia da coronavirus - ancora in corso - aumenta infatti anche il numero di quelli che si dicono scettici sulla reale efficacia di questi.

Vaccino, in Gran Bretagna da domani al via: anche la regina e il principe Filippo faranno l'iniezione a gennaio

Il tweet di Janaway, che su Twitter ha oltre 42.000 followers, nel frattempo è diventato virale per via della carica ironica del post e anche per l'autorevolezza del suo parere scientifico. Nonostante lo stesso Janaway abbia chiarito, rispondendo ad alcune domande, come nessun vaccino sia completamente privo di rischi, ha poi dato alcune precisazioni in merito alla ipotetica pericolosità di un eventuale vaccino anti Covid.

Vaccino antinfluenzale , arriva quello spray: 50mila dosi per gli under 18

 

«I rischi reali dei vaccini sono un rischio di reazione anafilattica, che è praticamente basso, e un rischio di reazione allergica ai prodotti alimentari che possono essere utilizzati (e chiederanno prima di dare). "C'è anche il rischio di danni ai tessuti locali dovuti all'inserimento di un ago, in qualcuno, e un piccolo rischio di danni generali ai tessuti, ma ancora una volta questo è davvero basso. Potete ottenere alcuni sintomi ma questi sono la reazione immune del corpo, non il virus in sé» ha concluso Janaway.

 

Ultimo aggiornamento: 18:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA