CORONAVIRUS

Coronavirus, l'Oms: «Vaccino non pronto prima del 2021»

Mercoledì 22 Luglio 2020
1

Sul vaccino contro il coronavirus i ricercatori stanno facendo progressi ma «realisticamente» non sarà pronto e disponibile prima dell'inizio del 2021. Lo sostiene Mike Ryan, il direttore del programma emergenze dell'Oms.

Vaccino Coronavirus, la svolta: isolati i "super anticorpi", permetteranno di creare nuovi farmaci

Pfizer e BioNTech, accordo con governo USA per fornire 600 milioni dosi vaccino Covid

«Dobbiamo poter guardare le nostre comunità negli occhi e assicurarle che abbiamo preso tutte le precauzioni possibili affinchè il vaccino sia sicuro ed efficace prima di poterlo distribuire», ha detto. «Anche se questo significa rallentare» il processo di sviluppo dell'antidoto anti-Covid19. «Realisticamente dovremo aspettare i primi mesi del 2021 per vedere le persone vaccinarsi», ha detto Ryan.
 

 

IL CONTRIBUTO

Intanto la Commissione europea parteciperà con un contributo da 100 milioni di euro alla raccolta fondi della Fondazione Cepi (Coalition for Epidemic Preparedness Innovations) per lo sviluppo rapido di un vaccino contro il coronavirus. I 100 milioni fanno parte dell'impegno da un miliardo del programma per la ricerca Ue (Horizon 2020) per sviluppare test diagnostici, trattamenti, vaccini e altri strumenti di prevenzione della diffusione del Covid-19. «Siamo orgogliosi di sostenere il Cepi nel suo sforzo di sviluppare rapidamente i candidati vaccinali più promettenti», ha dichiarato la commissaria per l'innovazione Mariya Gabriel. L'iniziativa globale dei donatori lanciata dalla presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen per vaccini e terapie accessibili a tutti contro il Covid ha raccolto finora 15,9 miliardi

Ultimo aggiornamento: 23 Luglio, 00:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA