COVID

Uomini e Covid: “colpa” del testosterone se lui si ammala più di lei

Sabato 25 Luglio 2020
1
La “colpa” è del testosterone se gli uomini si ammalano di Covid più delle donne. A livelli normali o superiori l’ormone aumenta il rischio di infezione, a livelli bassi nei pazienti già infetti arriva ad aumentare il rischio complicanze e morte.

Melinda Gates al contrattacco, Covid-19 devastante sulle donne, urgenti misure per equità di genere

A scoprire questo lato oscuro del testosterone stato uno studio firmato da ricercatori dell'Associazione medici endocrinologi in collaborazione con l’Università di Bari. Tra le ipotesi più accreditate all'interno della comunità scientifica per spiegare l'eccesso di infezioni da coronavirus e di mortalità c’è quella secondo la quale l'ormone avrebbe un ruolo di primo piano.

Sono stati rivisti i dati della letteratura e l'ipotesi ha iniziato ad avere consistenza scientifica.
Secondo il lavoro di Vito Angelo Giagulli, primo autore dello studio e membro del Comitato scientifico dell'Associazione, Edoardo Guastamacchia, presidente e Vincenzo Triggiani, segretario il testosterone può avere un doppio ruolo: da un lato facilitare la diffusione dell’infezione negli uomini, dall'altro, i ridotti livelli dell’androgeno (nell'anziano o in quei maschi affetti da malattie croniche metaboliche come l'obesità) innescano un peggioramento della prognosi per l’infezione da Covid-19. Fino ad aumentare il rischio morte.

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA