Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Mente e corpo più vecchi per chi cammina lentamente a 45 anni

Mente e corpo più vecchi per chi cammina lentamente a 45 anni
2 Minuti di Lettura
Venerdì 11 Ottobre 2019, 19:35
  Dimmi come cammini e ti dirò quanti anni hai davvero. La velocità del passo dei 45enni - senza correre - è infatti una spia della loro (vera) età mentale e fisica. Chi cammina più lentamente presenta dunque un «invecchiamento accelerato», misurato su una scala di 19 valori 'chiavè ideata dai ricercatori della Duke University. Inoltre polmoni, denti e sistema immunitario tendono a essere in condizioni peggiori rispetto ai coetanei che cammino più velocemente.

È quanto emerge da uno studio pubblicato su 'Jama Network Open'. «La cosa davvero sorprendente è che questo accade a persone di 45 anni, non a pazienti geriatrici», ha detto il ricercatore capo Line J.H. Rasmussen, del Dipartimento di Psicologia e Neuroscienze della Duke University. Analoghi e altrettanto sorprendenti i risultati dei test neurocognitivi.

All'età di 3 anni i punteggi di QI, comprensione della lingua, tolleranza alla frustrazione, capacità motorie e controllo emotivo hanno permesso agli scienziati di prevedere la velocità di camminata a 45 anni. I dati provengono da uno studio a lungo termine su circa 1.000 persone seguite e sottoposte a test mirati per tutta la loro vita, da bambini fino all'età di 45 anni.
© RIPRODUZIONE RISERVATA