Il 22 aprile diventa la Giornata della salute della donna, accolta la richiesta della Fondazione Atena

Martedì 11 Agosto 2015
Il prossimo 22 aprile,data di nascita del premio Nobel Rita Levi Montalcini, sarà celebrata la prima Giornala nazionale per la Salute della donna. Il provvedimento è stato pubblicato il 1o agosto in Gazzetta Ufficiale.

La richiesta era stata presentata, attraverso il ministro della Salute Beatrice Lorenzin, dalla Fondazione Atena onlus e dal Comitato Atena Donna impegnati a favorire la divulgazione di temi che riguardano rispettivamente la ricerca nel campo delle neuroscienze e la prevenzione della salute della donna, dalla nascita alla senescenza.


A partire dal 2016 sarà quindi possibile dedicare all'universo della salute femminile una maggiore attenzione e diffondere l'importanza di una cultura della prevenzione che affronti il tema delal salute in un'ottica di educazione permanente.
«L'istituzione della Giornata per la Salute della donna è un successo per tutti quelli che credono nell'importanza della prevenzione e che si impegnano nell'ambito della medicina di genere» spiega Giulio Maira, professore di Neurochirurgia all'Humanitas di Milano e il Campus Biomedico e presidente della Fondazione Atena onlus.

«L'obiettivo di Atena Donna è quello di diffondere la cultura della prevenzione in tutte le fasi della vita della donna: l'adolescenza, lo sviluppo, la gravidanza, la menopausa e la senescenza - fa sapere Carla Vittoria Maira presidente di Atena Donna - Ogni mese trattiamo un argomento diverso con una giornalista del comitato promotore che intervista di volta in volta professionisti di rilievo che mettono le loro consocenze a disposizione del pubblico» Ultimo aggiornamento: 15 Agosto, 00:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il senso del Papa al Messaggero

Colloquio di Virman Cusenza e Alvaro Moretti