Gel ripara-cuore dopo infarto da tessuto di maiali: primi test

Domenica 15 Settembre 2019
Allo studio in Usa un gel "ripara-cuore" dopo l'infarto. Ventrix, una società spin-off dell'Università della California a San Diego, ha condotto con successo uno studio clinico di Fase 1 (il primo sull'uomo) approvato dalla Food and Drug Administration, su un idrogel iniettabile che mira a riparare i danni e a ripristinare la funzione cardiaca nei pazienti con insufficienza cardiaca dopo un infarto.

Lo studio ha dimostrato che l'idrogel, battezzato VentriGel, può essere iniettato in modo sicuro tramite catetere in pazienti che hanno subito un infarto negli ultimi 2-36 mesi. «Sebbene lo studio sia stato progettato per valutare la sicurezza e la fattibilità del trattamento, e non per dimostrare se VentriGel aiuta effettivamente a migliorare la funzione cardiaca, abbiamo osservato alcuni miglioramenti nei pazienti», ha affermato Karen Christman, autore senior dello studio e docente di bioingegneria alla UC San Diego. 

«Abbiamo anche osservato segni di miglioramento della funzione cardiaca nei pazienti che hanno avuto un infarto più di un anno prima del trattamento», ha aggiunto. I ricercatori descrivono lo studio sul 'Journal of the American College of Cardiology: Basic to Translational Sciencè. Il gel è costituito da tessuto connettivo cardiaco prelevato da suini, purificato, liofilizzato e polverizzato, quindi liquefatto in un fluido che può essere facilmente iniettato nel muscolo cardiaco. Lo studio di Fase 1 ha valutato il gel in 15 pazienti: ognuno ha ricevuto fino a 18 iniezioni del gel nella regione danneggiata dall'infarto. 



  Ultimo aggiornamento: 23:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Noi, viaggiatori compulsivi con destinazione “ovunque

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma