Diabete, gestione più semplice con il microinfusore

Lunedì 30 Maggio 2016 di Antonio Caperna
Per i pazienti con diabete l'obiettivo primario del trattamento è il raggiungimento del cosiddetto "controllo metabolico ottimale", ovvero l'ottenimento e mantenimento della glicemia vicino ad un target prestabilito, evitando anche episodi di ipoglicemia o iperglicemia.
Attualmente le persone affette da diabete insulino-dipendente hanno come opzione di somministrazione l'uso di iniezioni giornaliere o l'infusione sottocutanea. Entrambe le modalità devono essere abbinate a un controllo adeguato dello zucchero nel sangue. In Europa l'utilizzo dei microinfusore tra le persone con diabete di tipo 1 varia da meno del 5% a più del 15%. Questa tecnologia permette una somministrazione di insulina che si avvicina alla secrezione fisiologica del pancreas.
Tra le ultime novità appena arrivate in Italia c'è il sistema Accu-Check Insight della neonata Roche diabets care Italy. Utilizza esclusivamente la cartuccia di insulina preriempita NovoRapid PumpCart. Il sistema è costituito da due componenti principali: il microinfusore per insulina e il dispositivo per il controllo remoto. Poi c'è la cartuccia insulina preriempita.Il tutto permette di poter gestire il microinfusore a distanza, di effettuare il monitoraggio del glucosio nel sangue.


  Ultimo aggiornamento: 15:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA