COVID

Covid, variante brasiliana, c'è il primo caso in Italia: è un uomo appena rientrato dal Sudamerica

Lunedì 25 Gennaio 2021
1
Covid, variante brasiliana, c'è il primo caso in Italia: è un uomo appena rientrato dal Sudamerica

Si è scoperto all'Ospedale di Varese il primo caso di variante brasiliana osservato in Italia. L'Ats Insubria spiega che si tratta di un uomo, rientrato nei giorni scorsi dal Brasile all'aeroporto di Malpensa via Madrid, risultato positivo al tampone. È in buone condizioni di salute, ma precauzionalmente è stato ricoverato. «Sono state adottate - assicura Ats -tutte le misure di sanità pubblica e la situazione non è motivo di allarme». Nelle ultime 24 ore, in Lombardia a fronte di 18.777 tamponi effettuati, sono 1.484 i nuovi positivi con il tasso di positività in crescita al 7,9% (ieri 5.9%). Crescono i ricoveri in terapia intensiva (+2, 407 in totale) mentre calano negli altri reparti (-16, 3.412). 

 

Variante brasiliana, primo caso in Italia

 

 

 

I decessi sono 46 per un totale complessivo di 26.712 da inizio pandemia. E per quanto riguarda i decessi da Coronavirus, il primario del pronto soccorso dell'ospedale di Montichiari (Brescia) è stato posto ai domiciliari dai carabinieri del Nas: è sospettato di omicidio per aver somministrato a pazienti affetti covid farmaci ad effetto anestetico e bloccante neuromuscolare, causando la morte di due di loro durante la prima ondata pandemica.

Nel giorno del rientro dei ragazzi delle superiori a scuola, avvenuto senza particolari problemi, non si placa la polemica sui dati che hanno determinato la zona rossa in Lombardia su calcoli errati. «Io l'idea ce l'ho e ben precisa, ma sono questioni molto tecniche e difficili da sintetizzare», ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana. «Noi - ha aggiunto - abbiamo mail, telefonate e dialoghi riguardanti questa lunga interlocuzione» con l'Istituto superiore di Sanità. I sindaci delle città capoluogo del centrosinistra hanno tenuto una conferenza stampa criticando la regione.

E per dire 'Ora basta' è stata organizzato un flash mob sotto Palazzo Lombardia. C'è da registrare anche una nuova inchiesta sui dispositivi di protezione. La Procura di Milano ha infatti disposto il sequestro in dieci farmacie milanesi e nella sede della società di 15 mascherine U-Mask complete di filtro e di 5 filtri per effettuare le analisi sulla loro effettiva capacità di filtraggio e se conforme a quanto dichiarato dall'azienda.

 

Ultimo aggiornamento: 26 Gennaio, 08:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA