STATI UNITI

«Batteri mortali, cinque microbi più forti di tutti gli antibiotici». L'allarme dagli Usa

Venerdì 22 Novembre 2019
I batteri della gonorrea neisseria, uno dei cinque germi letali indicati dai Cdc

«È un problema grave che può colpire ognuno di noi». Il problema grave sono i batteri resistenti agli antibiotici, e a descriverli così è Michael Craig, specialista dei Cdc, cioè i centri di controllo e prevenzione delle malattie negli Stati Uniti. I cinque superbatteri più pericolosi del mondo sono stati individuati dai Cdc americani, che hanno recentemente aggiunto due nuovi microrganismi ai tre che già erano stati indicati nella lista. Sono il “clostridium difficile”, l'“enterobacteriaceae” resistente agli antibiotici carbapenemi, la gonorrea “neisseria”, la “candida auris”, l'“acinobacter” resistente ai carbapenemi. Oltre a questi cinque batteri più letali ci sono poi altri 11 germi “sotto osservazione”, inseriti in una lista a parte.
 
Leggi anche Resistenza agli antibiotici, in Italia record di morti: 10mila decessi l'anno


Ogni 15 minuti - rivela il rapporto - una persona negli Usa muore a causa di complicazioni da infezioni resistenti a qualsiasi antibiotico in circolazione. Un totale di 35.000 decessi l'anno. Nonostante il fenomeno sia finalmente in discesa nelle strutture ospedaliere e cliniche americane (-18% dal 2013), le malattie resistenti agli antibiotici stanno crescendo. «Alcuni di questi superbatteri che resistono ai medicinali hanno imparato come convidere i loro geni resistenti con altri germi in circolazione» ha osservato Craig.

(Nella foto scattata con il microscopio i batteri della gonorrea neisseria, uno dei cinque germi letali indicati dai Cdc).

 

 

Ultimo aggiornamento: 20:40 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, mille guai e un miracolo: per Natale i turisti in aumento

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma