Poco sonno e troppo coperti
bimbi più a rischio raffreddore

Sabato 15 Novembre 2014
Bimbi troppo coperti, anche in ambineti iper-riscaldati come quelli delle aule scolstiche o delle nostre case: è questo uno degli errori più frequenti compiuti dai genitori durante l'inverno, che mettono i bambini più a rischio di raffreddore.
A fare il punto sui comportamenti corretti e quelli da evitare per garantire una stagione fredda il più possibile in salute è Alberto Villani, vicepresidente della Società italiana di pediatria e primario del reparto di pediatria generale e malattie infettive dell'ospedale Bambino Gesù di Roma.

«Non servono pozioni magiche, ma regole di buon senso - spiega il emdico - che rispettino i ritmi del bambino e gli garantiscano uno stile di vita sano». Bastano dunque poche semplici regole per proteggere la salute del bambino.
La prima è quella di garantirgli un determinato numero di ore di sonno, almeno 10-12. «Se la mattina deve alzarsi alle 7 - rileva Villani - non può certo andare a letto alle 23. Fondamentale che non mangi fuori pasto e le porzioni troppo abbandanti. Cercare di assicurare 4-5 porzioni di frutta e verdura tra i pasti principali e la merenda».

Mai coprirli troppo, meglio vestirli a cipolla «in modo che siano ben coperti all'aperto, al freddo, e più legegri quando sono al chiuso». Ovviamente anche mantenere una buona igiene generale, oltre che di denti e naso è importante far «giocare i bambini all'aria aperta almeno 2-3 volte a settimana e farli camminare. Ricordiamo che spesso i genitori subiscono i propri figli, senza riuscire a tenere le redini del rapporto, ma devono essere loro a dare le regole, educandoli a comportamenti virtuosi e rispettando i loro ritmi». Ultimo aggiornamento: 17 Novembre, 16:43 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Che cosa fa litigare i negozianti e i padroni dei cani

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma