Elena Santarelli: brodo e olio
per il mio piccolo Jack

Elena Santarelli
2 Minuti di Lettura
Martedì 16 Aprile 2013, 18:31 - Ultimo aggiornamento: 31 Agosto, 22:47

ROMA Bella, intelligente e volitiva, ma soprattutto donna tra le più attive su Twitter e Instagram. Così la showgirl Elena Santarelli ha deciso di fare ancora di più: raccontare la sua quotidianità, condividere le esperienze e suggerire look di donna del giorno sul suo sito www.ladysanta81.it. Per le internaute ormai è una confidente cui chiedere consigli. Quali? Soprattutto in materia di bellezza e prima infanzia.

Ma che tipo di mamma è?

Non posso dirlo, penso di essere brava ma farò anche io degli errori con Jack. Sicuramente non gli manca il mio amore e la mia presenza, anche quando lavoro cerco di assentarmi dal set per andarlo a prendere all’asilo e poi tornare nuovamente al lavoro.

Che gravidanza ha avuto?

Non è stata una gravidanza facile. Sono stata ricoverata più volte con il rischio di perdere Jack, ma alla fine ce l'abbiamo fatta.

Che bimbo è?

È vivace, iperattivo ma non ci lamentiamo, è sano e quindi è giusto così.

Quando l’ha mandato all’asilo?

È andato al nido a 27 mesi, perché ho pensato fosse arrivata l'ora di socializzare per bene con altri piccoli. Devo dire che mi ha dato grosse soddisfazioni.

Bimbo subito nel suo lettino o lettone?

Con Jack a 8 mesi ho adottato il metodo «fate la nanna», ed è stato positivo. Lui dorme nella sua camera, nel suo letto e, solo una volta a settimana, ha il jolly per dormire nel lettone con noi.

È una mamma severa?

Se sbaglia viene messo in punizione o a riflettere, come dico io: ormai ha imparato ad accettare il lato della mamma severa.

Pensa a un fratellino?

Sinceramente ora non penso ad un'altra gravidanza, semmai viaggio con la mia mente se chiudo gli occhi e vorrei avere in futuro una bambina così da potermi confrontare come mamma con entrambi i sessi.

Che tipo di genitori siete?

Jack è un bimbo che esplora molto e noi cerchiamo di non soffocarlo. Deve fare le sue esperienze e noi gli tendiamo la mano per non farlo sentire solo.

Il suo compagno che papà è?

Bernardo è meraviglioso, me ne rendo conto ogni giorno di più. Alcuni papà non sanno neanche dove siano i pannolini, lui è un esperto ‘mammo’ e soprattutto dedica del tempo ludico a Jack.

Un suo consiglio da mamma a mamma.

Tengo molto alla sua alimentazione. Cerco di cucinare per lui tutto con il brodo vegetale e poi di usare l'olivo a crudo: avrà tempo di assaggiare il junk food!.

© RIPRODUZIONE RISERVATA