COVID

Vaccino anti Covid, la Ue prenota 300 milioni di dosi dalla francese Sanofi

Venerdì 31 Luglio 2020
Vaccino anti Covid, la Ue prenota 300 milioni di dosi dalla francese Sanofi

Vaccino contro il Covid-19, la Commissione europea ha concluso colloqui esplorativi con la società farmaceutica Sanofi, colosso farmaceutico francese, per l'acquisto di un potenziale vaccino con un'opzione per tutti gli Stati membri dell'Ue. Una volta che il vaccino si sarà dimostrato sicuro ed efficace , la Commissione avrà un quadro contrattuale per l'acquisto di 300 milioni di dosi, per conto di tutti i 27 Paesi. Intanto la Commissione prosegue intense discussioni con altri produttori. 

Coronavirus, buoni risultati sull'uomo di un vaccino sviluppato in Australia
Mattarella: «Violazione norme anti-covid, libertà non è far ammalare gli altri»
Vaccino Covid-19, studio americano di Moderna e Niaid: «Funziona sui macachi»
 

I test


Intanto in Italia i ministri Speranza e Manfredi: «E' una bella notizia che presso l'Inmi Lazzaro Spallanzani di Roma e il Policlinico G.B. Rossi di Verona si avvii la sperimentazione sui primi volontari per il GRAdCOV2, candidato vaccino italiano contro il Covid-19. Si tratta di un'altra opzione sul campo che potrebbe farci uscire definitivamente dalla crisi». Così il ministro della Salute sull'annuncio.

Un «passo importante dal punto di vista scientifico - afferma il ministro dell'Università e della Ricerca, Gaetano Manfredi - che vede la ricerca italiana in prima linea impegnata in una sfida nella quale siamo coinvolti tutti e c'è bisogno di risposte veloci ed efficaci sul piano sociale».

Il ministro della Salute, Speranza ha quindi sottolineato «come la ricerca scientifica e farmaceutica in Italia sia all'avanguardia di fronte a questa sfida globale». E da parte sua il ministro Manfredi ha evidenziato che «la notizia di oggi che dà il via alla sperimentazione in Italia del vaccino prodotto da Reithera dimostra come la ricerca italiana stia lavorando senza sosta per dare presto risposte al Paese e garantire la creazione di un vaccino contro il Covid in un futuro non lontano. Continueremo come Governo, come stiamo facendo, a monitorare i diversi gruppi di ricerca che stanno lavorando in una lotta contro il tempo, convinti che i nostri ricercatori sapranno mettere al servizio del Paese il loro intuito e le loro grandi competenze, ed esperienze». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA